Mondo

Londra, esplosione sulla metro. Scotland Yard: è…

l’isis rivendica

Londra, esplosione sulla metro. Scotland Yard: è terrorismo. «Identificato un sospetto»

Un’esplosione si è verificata stamane sulla metropolitana di Londra presso la stazione di Parsons Green. L’Isis ha rivendicato l’attentato in serata attraverso l'agenzia Amaq, organo di propaganda dello Stato islamico (la fonte è Site). I feriti sono 29: si tratta di persone che hanno riportato ustioni e altre che si sono ferite nella calca dopo l'attentato. È in corso una caccia all’uomo e la polizia britannica avrebbe identificato un sospetto. Lo riferisce Skynews, precisando che la persona in questione risulta essere stata individuata grazie a immagini delle telecamere a circuito chiuso disseminate in gran numero in tutte le stazioni come altrove nella capitale britannica.

Un tweet di Scotland Yard lo ha definito « un episodio di terrorismo». Le testimonianze riportate dai social media parlano di «una palla di fuoco» che «ha avvolto la carrozza della metropolitana». «Ho sentito urla e persone che fuggivano nella stazione di Parsons Green», ha detto un altro testimone. Quanto invece all’ordigno sarebbe stato costruito artigianalmente (in sostanza, un Ied, improvised explosive device) ed era dotato di timer.

A proposito del materiale utilizzato per fabbricare l’esplosivo «non sembra di alto livello dell'Isis come il TATP (perossido di acetone) o, se lo era, è decisamente fallito: il booster (la carica di rinforzo)o il detonatore non sono esplosi», ha detto a Sky News un esperto, il maggiore generale Chip Chapman.

PAURA A PARSONS GREEN
L'area della fermata del metrò di Londra interessata dall'esplosione

Non si è trattato di un episodio isolato tuttavia. Gli artificieri della polizia londinese hanno poi lavorato per disattivare un secondo ordigno esplosivo trovato sempre nella metropolitana di Parson Green. Contemporaneamente i vigili del fuoco londinesi hanno evacuato un treno della metropolitana fermo su un tratto sopraelevato del percorso vicino alla stazione di Parson Green. Un video dell'operazione mostra i passeggeri che camminano lungo i binari. Non si conosce il motivo per cui il treno si è fermato.

La premier britannica Theresa May ha convocato una riunione d'emergenza del Cobra, il comitato di crisi del governo britannico. «Londra condanna gli odiosi individui che usano il terrorismo per metterci in pericolo e distruggere il nostro modo di vivere». Lo ha dichiarato il sindaco della capitale britannica, Sadiq Khan, lanciando un appello alla calma e a restare vigili dopo l'attacco alla metropolitana. «Come Londra a dimostrato più volte, non saremo mai intimiditi o sconfitti dal terrorismo», ha affermato ancora il primo cittadino.

Curioso l’episodio che ha coinvolto la catena tedesca di supermercati Lidl. Poco dopo l’esplosione ha preso a circolare sui social un tweet che poi in un comunicato l’azienda ha definito fake, che poteva apparire irrispettoso.

Nel tweet rilanciato dall’utente jesuiscanard, apparentemente del profilo Lidl Uk, si sottolineava la robustezza delle buste marchiate dal supermercato (come quella in cui era contenuto uno dei due ordigni della metropolitana) e in vendita a 10 pence. L’azienda oltre a smentire di avere mai postato quel tweet e ad esprimere sconcerto per i fatti e solidarietà alle persone coinvolte, ha assicurato massima collaborazione con le autorità.

© Riproduzione riservata