Mondo

I dipendenti pubblici contro Macron

Europa

I dipendenti pubblici contro Macron

  • –Riccardo Sorrentino

Centinaia di voli cancellati, qualche treno fermo e qualche stazione della metro di Parigi chiusa. Diverse scuole inattive, molti disagi nelle mense e nei nidi, e alcuni licei occupati dagli studendi che hanno acceso fal usando contenitori dei rifiuti. Cortei in circa 130 citt francesi oltre a Parigi, dove i manifestanti hanno sfilato tra place de la Rpublique e place de la Nation.

Non hanno avuto la forza dei grandi scioperi del passato, ma le manifestazioni del settore pubblico di ieri hanno comunque creato molti disagi, a causa della partecipazione di diverse categorie: funzionari, infermieri, insegnanti, anche poliziotti e ispettori del lavoro. stata, soprattutto, la prima volta in dieci anni che uno sciopero sia stato proclamato insieme dalle nove sigle sindacali del settore.

Gli impiegati pubblici gridano soprattutto al tradimento delle promesse elettorali. Pagherete meno contributi e cos aumenterete il vostro potere d’acquisto, aveva scritto il candidato Emmanuel Macron. Ora il suo governo ha proposto semplicemente il recupero delle somme perdute per l’aumento dell’1,7% del Csg, il Contributo sociale generalizzato,che finanzia il welfare state francese, previsto da gennaio. Nel settore privato, invece, l’aumento stato pi sostenuto. Il primo ministro Edouard Philippe, luned, ha fatto anche riferimento a un premio, e ha previsto un aumento della massa salariale del settore pubblico, ma i sindacati hanno giudicato le dichiarazioni troppo vaghe.

Il piano del governo prevede anche la cancellazione di 120mila posti pubblici in cinque anni, e la reintroduzione del jour de carence, abolito da Franois Hollande nel 2014: il mancato pagamento del primo giorno di malattia, una misura per ridurre – e i dati sembrano confermarne gli effetti - l’assenteismo. Il ministro della Funzione pubblica Grald Darmanin ha inoltre congelato il point d’indice, unit di misura per i salari pubblici. Il blocco non impedisce di per s l’aumento degli stipendi, molti dei quali possono salire per diversi fattori tecnici (riassunti nella formula glissement, vieillesse, technicit, o gvt).

La partecipazione allo sciopero stata diseguale. stato cancellato il 30% dei voli, ma solo poco pi del 17% degli insegnanti ha incrociato le braccia, secondo il ministero (50% almeno nelle primarie secondo i sindacati). Disagi maggiori nei servizi alle scuole - le mense, spesso rimaste chiuse - e nei nidi. Pochi i disagi nelle ferrovie. Alle manifestazioni hanno partecipato 123mila persone secondo le prefetture, (400mila secondo la Cgt) meno delle 223mila ( rispettivamente 500mila) del 21 settembre. Otto persone sono state arrestate.

Il Governo non cambier i suoi programmi: venerd Philippe lancer il Comit Action Publique 2022, che dovr lavorare sulle riforme strutturali e sui risparmi nel settore pubblico. Darmanin ha intanto convocato luned i sindacati per discutere degli stipendi. La Cgt, la maggiore organizzazione dei lavoratori del Paese, ha gi dichiarato un’altra giornata di mobilitazione per il 19 ottobre.

Le manifestazioni di ieri sono state anche l’occasione per i partiti di sinistra di scendere in piazza: la prima volta dall’elezione di Macron, al quale fallito la scorsa settimana il tentativo di conquistare consensi tra i lavoratori. Contestato da un centinaio di operai durante una visita a gletons, nel Corrze, stato colto da una telecamera mentre criticava i manifestanti con un linguaggio non proprio “presidenziale”.

Informato dell’esistenza, in quel dipartimento, di un’azienda che non riesce a trovare lavoratori con le competenze giuste, il presidente ha detto: Ce ne sono alcuni [tra i manifestanti, ndr] che invece di fare casino , farebbero bene ad andare a vedere se non possono trovar lavoro l. L’espressione usata da Macron, foutre le bordel conserva pieno e immediato il suo doppio senso, ed stata rilanciata ieri molte volte dai cartelli dei manifestanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA