Mondo

Theresa May scrive ai cittadini Ue nel Regno Unito: «Priorità per…

il post brexit

Theresa May scrive ai cittadini Ue nel Regno Unito: «Priorità per i vostri diritti»

Potete restare tutti: questo il messaggio di Theresa May ai 3 milioni di cittadini Ue residenti in Gran Bretagna. La premier britannica ha scritto una lettera aperta, promettendo procedure di registrazione ultra snelle dopo BrexIt per i cittadini Ue che vogliono continuare a vivere nel Regno Uniti.
Nella lettera, la May afferma che Londra e Bruxelles sono molto vicine a un accordo sui diritti dei cittadini Ue e che la Gran Bretagna intanto consultarli e ascoltare la loro voce.

«Ho messo in chiaro fin dall'inizio che i diritti dei cittadini sono la mia priorità e so che gli altri leader hanno la stessa priorità, - scrive la premier. - voglio rassicurare tutti che la questione rimane una priorità, che siamo uniti sui principi chiave e che ci impegneremo nelle prossime settimane per arrivare a un accordo che funzioni per tutti».

La May respinge l'accusa di aver usato i 3 milioni di cittadini Ue come merce di scambio per ottenere concessioni su altri fronti da Bruxelles: «Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità, - scrive la premier. - i cittadini UE che vivono qui hanno dato tanto al nostro paese e vogliamo Che loro e le loro famiglie restino qui. Voglio essere del tutto chiara: i cittadini Ue che oggi vivono legittimamente in Gran Bretagna potranno restare».

La premier rassicura anche che non ci saranno intoppi o procedure burocratiche complesse ma che i cittadini potranno registrarsi on-line in modo rapido per ottenere lo status di residente permanente.

L’accordo sui diritti dei cittadini Ue in Gran Bretagna e dei cittadini britannici che vivono in paesi UE è una delle tre questioni chiave che deve essere risolta prima che negoziati tra Londra Bruxelles possano procedere verso l’accordo commerciale che il governo britannico spera di concludere il prima possibile. Le altre due questioni sono il conto del divorzio e il confine tra le due Irlande.

Stasera la May parlerà ai leader dei 27 paesi al Summit in corso a Bruxelles ma non sono previsti annunci o nuove concessioni. Da parte loro, i 27 diranno alla premier britannica che non sono stati fatti abbastanza progressi sulle altre questioni chiave per poter procedere alla seconda fase dei negoziati, ma lasceranno aperta la porta la possibilità di un avvio delle trattative commerciali in dicembre.

© Riproduzione riservata