Mondo

Trump da Xi: firmati 20 accordi per 9 miliardi di dollari

L'arrivo a Pechino

Trump da Xi: firmati 20 accordi per 9 miliardi di dollari

Gli Usa chiederanno alla Cina di tagliare i ponti con la Corea del Nord, a partire da quelli economici, finanziari e commerciali. La Cina, dal canto suo, aprirà un'inchiesta per verificare se Pyongyang sta rispettando le risoluzioni dell'Onu.

È questo il preludio dell'arrivo del presidente Donald Trump appena atterrato nella capitale cinese per una visita di due giorni, prima di ripartire alla volta dell'Apec, in Vietnam e poi del vertice Asean nelle Filippine.

Per la Cina c'è, oggi, anche la buona notizia delle Dogane cinesi dell'aumento del 6,9 dell'export e del 17.2 dell'import, con un trade surplus ad ottobre di 38.17 miliardi di dollari. In lieve calo risulta anche il dato che più preme agli Usa, il trade deficit con Pechino. In ottobre è stato di 26.62 miliardi di dollari (negli ultimi dieci mesi il dato cumulato si è assestato a 222.98 miliardi) certo in diminuzione rispetto al mese precedente ma, comunque, il più alto negli anni passati. Il presidente americano Donald Trump e la first lady Melania visiteranno insieme al presidente Xi Jinping e alla moglie Peng Liyuan una Città proibita chiusa ai visitatori appositamente per l'arrivo degli ospiti americani.

Quasi venti accordi commerciali per un valore di 9 miliardi di dollari sono stati firmati oggi a Pechino tra le società cinesi e quelle americane. Tra le società che hanno firmato le intese si contano Bell Helicopters, il gruppo agroalimentare Smithfield Foods (controllato dal cinese Shuanghui) e una federazione di allevatori di Montana che ha siglato un accordo di consegna di carni. Alla cerimonia della firma, ha partecipato il ministro del Commercio americano, Wilbur Ross, nella solenne cornice del Palazzo popolare, che si affaccia su Piazza Tiananmen. «Rispondere allo squilibrio commerciale con la Cina è al centro dei colloqui del presidente Trump con il presidente Xi», ha detto Ross. «Il raggiungimento di un trattamento equo e reciproco per le imprese - ha aggiunto - è un obiettivo comune».

© Riproduzione riservata