Mondo

Costa Rica, tre le vittime di un terremoto di magnitudo 6,7

Americhe

Costa Rica, tre le vittime di un terremoto di magnitudo 6,7

Sfollati in Costa Rica dopo la tempesta Nate (Ansa)
Sfollati in Costa Rica dopo la tempesta Nate (Ansa)

Tre persone sono morte a causa della serie di scosse sismiche (la più forte di magnitudo 6,7 con epicentro sulla costa occidentale - 100 chilometri a sud della capitale San José - a una profondità di 35 chilometri, seguita da due scosse con magnitudo 5,1 e 4,1) che hanno scosso il Costa Rica durante la notte scorsa, secondo un primo bilancio diffuso dalle forze di sicurezza del paese centroamericano. Due delle vittime - un uomo di 54 anni e una donna di 56 - sono morte nei dintorni di Jacò, nota località turistica sulla costa pacifica del paese, vicino all'epicentro delle scosse, mentre la terza - un giovane di 25 anni - era stata ricoverata in un ospedale di Coronado (a nord-est della costa) dopo aver avuto un infarto.

La serie di scosse è stata sentita in tutto il territorio nazionale, ma il centro di monitoraggio dell'Università di Costa Rica ha escluso la possibilità di tsunami. Si segnalano pali della luce abbattuti, con conseguenti black out locali, e danni minori alle costruzioni su quasi tutta la costa occidentale del paese.

Il Costa Rica è ancora alle prese con la ricostruzione dopo il passaggio di due uragani devastanti, Nate (ai primi ottobre, 22 vittime) e Irma, che hanno messo in ginocchio l’isola caraibica.

© Riproduzione riservata