Mondo

Versalis (Eni): al via il maggiore investimento industriale…

IN joint venture con Lotte Chemical

Versalis (Eni): al via il maggiore investimento industriale italiano in Corea del Sud

TOKYO - Il maggior investimento industriale italiano in Corea del Sud è stato avviato ufficialmente oggi con l'inaugurazione a Yeosu di un complesso integrato per la produzione di elastomeri, frutto della joint venture paritaria tra Versalis (gruppo Eni) e Lotte Chemical, varata nel quadro di una strategia Eni di rilancio della chimica anche attraverso uno sviluppo internazionale.
I nuovi impianti di Lotte Versalis Elastomers rappresentano il primo insediamento produttivo per Versalis in Asia (dove l'azienda si avvale di sedi commerciali a Shanghai, Qingdao, Mumbai e Singapore). In un comunicato, viene sottolineato che sono stati costruiti «nel tempo record di 26 mesi, nel rispetto dei principi di sostenibilità grazie all'adozione dei più avanzati standard tecnologici europei».

La joint venture, fondata nel 2013 per rispondere alla crescita del mercato degli elastomeri in Asia, «si avvale delle tecnologie, delle competenze industriali e della rete commerciale di Versalis, nonché dell'integrazione con il sito di Lotte Chemical, che mette a disposizione materie prime e servizi industriali. Il complesso industriale ha una capacità nominale di 200 mila tonnellate/anno di elastomeri (Epdm, gomma etilene-propilene-diene; s-Sbr, gomma butadiene-stirene in soluzione; Br, gomma polibutadiene). I flussi di produzione sono destinati ad applicazioni premium, principalmente per pneumatici e altri componenti automotive, modifica di polimeri stirenici e articoli tecnici».
«La costruzione del primo complesso industriale in Asia - ha aggiunto l'azienda - è una tappa fondamentale nella strategia di sviluppo internazionale di Versalis, che mette a frutto tecnologie proprietarie di grande valore. Rafforza inoltre la nostra posizione di leader nel mercato globale degli elastomeri e lo sviluppo di ulteriori prospettive. È entusiasmante portare avanti questo progetto insieme a un partner consolidato come Lotte Chemical, con il quale abbiamo unito le forze e valorizzato al meglio le sinergie», ha commentato Daniele Ferrari, amministratore delegato di Versalis.

Presente alla cerimonia anche l'ambasciatore d'Italia a Seul, Marco della Seta, tra l'altra da tempo impegnato a sottolineare che in Corea del Sud è “business as usual» e che le tensioni geopolitiche non giustificano un eccesso di timori (ci sono stati segnali di riluttanza da parte di imprenditori italiani a investire o partecipare a fiere a causa della recrudescenza del problema nordcoreano).
Va anche rilevato che gli investimenti stranieri diretti (Fdi) in Corea del Sud stanno tenendo bene le posizioni: nei primi nove mesi di quest'anno gli Fdi concretamente realizzati sono aumentati del 9,1% a 8 miliardi di dollari (mentre quelli di nuova stipulazione sono scesi del 9,7% a 13,59 miliardi di dollari). Appare a portata di mano la cifra di 10,6 miliardi di dollari del totale 2016, che fu il secondo anno consecutivo sopra quota 10 miliardi di dollari. Un messaggio di ottimismo è arrivato dalla recente Invest Korea 2017, manifestazione organizzata dalla Kotra alla quale hanno partecipato anche alcune aziende italiane.

© Riproduzione riservata