Mondo

Gli Usa si preparano ad attivare uno scudo antimissile sulla costa ovest

la crisi con pyongyang

Gli Usa si preparano ad attivare uno scudo antimissile sulla costa ovest

Le possibilità di una guerra con la Corea del Nord «aumentano di giorno in giorno». È netto il consigliere alla sicurezza nazionale della Casa Bianca, H.R. McMaster, secondo cui Pyongyang rappresenta la «maggiore immediata minaccia per gli Stati Uniti». Non c’è un attimo da perdere, ammonisce, «siamo in una corsa contro il tempo per risolvere il problema».

McMaster si rivolge anche alla Cina, che dovrebbe avere un potere coercitivo forte nei confronti di Pyongyang. «Alla Cina non chiediamo di fare favori a noi o altri. Alla Cina chiediamo di agire nel suo interesse, e riteniamo che sia nell’interesse della Cina fare di più», afferma il generale americano.

E mentre i tentativi diplomatici di risolvere la crisi con la Corea del Nord restano estremamente complicati, il Pentagono comincia a valutare alcuni siti sulla costa occidentale americana adatti al dispiegamento di sistemi di difesa, che dovrebbero includere anche i missili Thaad (Terminal High Altitude Area Defense), simili a quelli già utilizzati in Corea del Sud.

Il ritmo accelerato del programma di test di missili balistici di Pyongyang nel 2017 e la probabilità che questi possano colpire gli Stati Uniti con testate nucleari nei prossimi anni hanno aumentato la pressione sul governo Usa per costruire difese missilistiche.

Mercoledì, la Corea del Nord ha testato un nuovo tipo di missile balistico intercontinentale (Icbm) che può volare oltre 13.000 km, ponendo pericoli concreti anche per la capitale americana Washington. I membri del Congresso - interpellati da Reuters - hanno detto che il numero di siti che possono essere utilizzati non è stato ancora determinato, ma comunque Thaad è un sistema di difesa missilistica che richiede solo poche settimane per essere installato. Oltre ai due sistemi Thaad dispigati in Corea del Sud e a Guam nel Pacifico, gli Stati Uniti dispongono di altri sette batterie dello stesso tipo. Alcuni dei missili esistenti sono basati a Fort Bliss, in Texas, ma il sistema è agilmente spostabile.

In luglio, gli Stati Uniti hanno testato le difese missilistiche Thaad e abbattuto un missile balistico intermedio in arrivo simulato. Attualmente, gli Usa sono protetti principalmente dal sistema di difesa Midcourse Defense System (Gmd) basato a terra in Alaska e California, nonché dal sistema Aegis, implementato a bordo delle navi della Marina statunitense. Il sistema Thaad ha un tasso di successo dei test molto più elevato rispetto alla Gmd.

L' ultimo test missilistico della Corea del Nord mette anche la capitale degli Stati Uniti nel mirino, ma Pyongyang deve ancora dimostrare di aver imparato a padroneggiare la tecnologia missilistica più critica, come la guida in fase terminale e l’attivazione della testata nucleare, hanno spiegato venerdì le autorità della Corea del Sud.

© Riproduzione riservata