Mondo

L’Arabia Saudita intercetta missile dallo Yemen diretto al Palazzo reale

  • Abbonati
  • Accedi
da un gruppo filo-iraniano

L’Arabia Saudita intercetta missile dallo Yemen diretto al Palazzo reale

Le forze di difesa aerea saudite hanno intercettato un missile balistico diretto al palazzo reale al-Yamama di Riyadh e proveniente dallo Yemen dove infuria una guerra civile sanguinosa dal 2011. L’attacco è partito dal gruppo filo-iraniano degli houthi, quindi ostile ai sauditi. Sono gli stessi ribelli yemeniti filo-iraniani ad annunciare il lancio del missile. I media locali riferiscono di una forte esplosione udita nella capitale dell'Arabia Saudita, con testimoni che vedono innalzarsi una colonna di fumo, più volte ripresa sui social network. Il mese scorso un altro missile era caduto nei pressi dell’aeroporto di Riad.

Oggi i leader sauditi erano proprio riuniti in quel palazzo, l’Arabia saudita ha confermato di aver intercettato il missile diretto nel sud della capitale, e che non ci sono stati feriti fino a questo momento, secondo quando scrive su twitter il Center for International communication a guida governativa. Già il 5 novembre scorso gli Houthi avevano sparato un missile balistico contro l'aeroporto internazionale di Riad, e anche in quel caso il missile era stato intercettato e distrutto dal sistema anti-aereo saudita. L'Arabia Saudita aveva accusato l'Iran di aver fornito agli Huthi i missili balistici ma Teheran aveva respinto le accuse al mittente.

Nei giorni scorsi, l'ambasciatore Usa all'Onu, Nikki Haley, aveva annunciato di avere prove concrete del fatto che i missili balistici sparati dagli Huthi fossero stati fabbricati dall'Iran. Anche in questo caso, la Repubblica islamica ha smentito ogni coinvolgimento.

© Riproduzione riservata