Mondo

Amazon, le 20 città finaliste per il secondo quartier generale

IN CORSA PER LA NUOVA SEDE

Amazon, le 20 città finaliste per il secondo quartier generale

Amazon, il gigante americano dell’e-commerce, ha ristretto a 20 la lista di città candidate a ospitare il suo secondo quartier generale. Tra le finaliste ci sono New York, Boston, Chicago e Washington DC. Lo scrive l’agenzia americana Bloomberg. La compagnia fondata da Jeff Bezos, l’imprenditore arrivato in cima alla classifica mondiale dei miliardari, ha lanciato lo scorso settembre un bando per assegnare una seconda sede dopo quella originaria di Seattle. In palio c’è un progetto che potrebbe costare più di 5 miliardi di dollari e generare 50mila posizioni di lavoro ad alto tasso di qualifiche (e stipendi) nell’arco di 10-15 anni. Nell’arco di pochi mesi il gruppo ha ricevuto 238 candidature da Stati Uniti e Canada, paese incluso automaticamente in un bando rivolto al «Nord America». Dalla prima scrematura, diffusa con un comunicato oggi, non emergono particolari preferenze dal punto di vista geografico.

Amazon: «È stato difficile scegliere»
La prima selezione ha comportato l’esclusione di oltre 200 città, in larga parte coincidenti con i requisiti fissati dall’azienda. Amazon aveva evidenziato che la sua preferenza sarebbe andata a siti con almeno un milione di persone e vicini a uno scalo aeroportuale internazionale, oltre a una più generica capacità di «attrarre e trattenere talenti» nel settore delle tecnologie. «Non è stato facile passare da 238 a 20 - ammette l’azienda in una nota pubblica - Ma da questo processo siamo venuti a conoscenza di una serie di comunità nel Nord America che potremo considerare come location per investimenti su infrastrutture e creazione di posti di lavoro». Nel dettaglio, la “top 20” stilata da Amazon include Atlanta, Austin (Texas), Boston, Chicago, Columbus (Ohio), Dallas, Denver, Indianapolis, Los Angeles, Miami, Montgomery County (Maryland), Nashville (Tennessee), Newark (New Jersey), New York, Northern Virginia, Philadelphia, Pittsburgh, Raleigh (Carolina del Nord), Toronto e Washington D.C.

© Riproduzione riservata