Mondo

Aereo militare si schianta in Algeria: almeno 257 morti

DISASTRO

Aereo militare si schianta in Algeria: almeno 257 morti

È salito ad almeno 257 il numero delle vittime dell'aereo militare algerino precipitato oggi a Boufarik, in Algeria. Lo schianto è avvenuto questa mattina alle 7.50, ora locale. Tra le vittime di ci sono anche 26 membri del Fronte Polisario, il movimento indipendendista del Sahara occidentale sostenuto dall’Algeria.

L’incidente è avvenuto a sud-ovest della capitale Algeri. L’aereo, un Ilyushin -72, era diretto a Tindouf, l’area sud-occidentale dell’Algeria che confina con il Sahara occidentale, una regione contesa tra Marocco e Algeria. Tindouf ospita migliaia di rifugiati della regione, tra cui numerosi sostenitori del Fronte Polisario.

«L'aereo era già in fiamme quando è caduto» ed è precipitato «a velocità sostenuta, quasi in picchiata», ha detto all'Ansa Francesco Simone, un consulente commerciale per le imprese italiane in Algeria, che questa mattina ha visto schiantarsi al suolo l'aereo militare. Simone stava percorrendo l'autostrada che collega Algeri ad Orano quando nel cielo ha visto «una lingua di fuoco». Era «un aereo molto grande - ha proseguito - che aveva tutta l'ala sinistra avvolta dalle fiamme».

«Il numero di martiri è di 247 passeggeri e 10 membri dell'equipaggio», scrive un comunicato del ministero della Difesa algerino. «La maggior parte dei martiri sono militari» ma sono deceduti “anche alcuni componenti delle loro famiglie», aggiunge la nota pubblicata sul sito del ministero. Le operazioni di trasporto delle salme all'Ospedale centrale delle Forze armate ad Ain Naga «proseguono allo scopo di identificare le vittime».

Il disastro aereo di oggi è il secondo più grave al mondo dopo quello del luglio 2014 in cui morirono tutti i 298 passeggeri del volo MH17 della Malaysian Airlines abbattuto sui cieli dell'Ucraina orientale da un missile partito dalla zona controllata dai ribelli filo-russi.

© Riproduzione riservata