Mondo

Trump nomina Richard Clarida vicepresidente della Fed

Scelto un repubblicano pragmatico

Trump nomina Richard Clarida vicepresidente della Fed

Richard Clarida (Bloomberg)
Richard Clarida (Bloomberg)

Donald Trump, se nella politica economica e sociale ama alzare il tiro di nazionalismo e populismo, quando si tratta della Federal Reserve gioca sul sicuro: ha nominato quale vice chairman della banca centrale un economista repubblicano pragmatico ed esperto, Richard Clarida.

Il 60enne Clarida vanta esperienza politica: era stato alto funzionario del Tesoro - capo-economista del Ministero - nell'amministrazione di George W. Bush. Soprattutto è da oltre un decennio consigliere per le strategie globali del colosso dei fondi obbligazionari Pimco. Il futuro vicepresidente, se confermato come previsto dal Congresso, ha anche solide credenziali accademiche, quale docente alla Columbia University dal 1988, e di esperto di politica monetaria.

Una carriera che gli ha assicurato diffuso rispetto nella professione e che gli consente adesso di sedersi su una poltrona delicata, che eredita dal dimissionario Stanley Fischer. Il suo arrivo dovrebbe rafforzare la leadership del chairman Jerome Powell, a sua volta considerato un repubblicano moderato. Sia Clarida che Powell sono stati aperti sostenitori dell'approccio graduale alla normalizzazione della monetary policy iniziata dai loro predecessori alla Fed, la presidente Janet Yellen e Fischer. Oltre a Clarida, Trump ha deciso di nominare Michelle Bowman, responsabile della supervisione bancaria dello stato del Kansas e erede di una famiglia di banchieri locali, al seggio nel board destinato agli esponenti di piccole banche.

© Riproduzione riservata