Mondo

Starbucks farà usare la toilette anche a chi non consuma

  • Abbonati
  • Accedi
l’annuncio dopo le polemiche

Starbucks farà usare la toilette anche a chi non consuma

Starbucks apre le toilette anche a chi non consuma. L’executive chairman Howard Schultz ha infatti annunciato durante all’assemblea annuale degli azionisti che da adesso in poi sarà possibile a tutti utilizzare i bagni delle caffetterie. La notizia arriva dopo il caso di Philadelphia, dove due uomini di colore erano stati arrestati perché volevano usare il bagno di una delle caffetterie della catena senza aver mangiato né bevuto nulla.

«Chiediamo scusa alle due persone coinvolte e ai nostri clienti e siamo molti dispiaciuti che questo episodio abbia portato a un arresto», aveva twittato il ceo Kevin Johnson dopo l’episodio, annunciando anche che «stiamo rivedendo le nostre procedure e ci stiamo impegnando con la comunità e il dipartimento di polizia per fare in modo che questo tipo di situazioni non capitino più, in nessuno dei nostri negozi».

Usa, proteste a Starbucks dopo l'arresto di due uomini di colore

Schultz ha anche spiegato comunque la policy adottata finora lasciava a ciascun responsabile del negozio l’autonomia di decidere se permettere l’uso dei servizi igienici a tutti o solo ai clienti “paganti”. Adesso, invece, le porte saranno aperte a tutti.

Dopo l’episodio avvenuto a Philadelphia lo scorso mese di aprile, sui social era partita la campagna #BoycottStarbucks: attraverso questo hashtag molti utenti hanno accusato la società di essere razzista, dal momento che i due uomini arrestati erano di colore.

Secondo quanto riportato dall’Associated Press i due uomini erano entrati nella caffetteria e si erano seduti a un tavolo senza però ordinare nulla, e si erano poi alzati per andare in bagno. Dopo averli fermati, i commessi avevano poi chiamato la polizia. Gli uomini erano stati rilasciati per assenza di prove.

© Riproduzione riservata