Mondo

Il Senato Usa conferma Gina Haspel a capo della Cia

  • Abbonati
  • Accedi
prima donna al vertice dell’agenzia

Il Senato Usa conferma Gina Haspel a capo della Cia

Per la prima volta nella storia, la Cia sarà guidata da una donna: grazie al voto favorevoledi alcuni parlamentari democratici, Gina Haspel – nominata per la successione a Mike Pompeo dal presidente Trump – è passata con 54 voti favorevoli e 45 contrari. Il voto ha spaccato entrambi i principali partiti, in quanto il processo di nomina della Haspel ha riaperto un dibattito pubblico sull’utilizzo di tecniche brutali di interrogatorio.

La nomina della Haspel alla guida dei servizi segreti Usa è stata infatti molto contestata, soprattutto per il suo ruolo nel programma di tortura di sospetti terroristi iniziato dagli Stati Uniti dopo gli attentati dell'11 settembre. Haspel nel 2002 ha diretto la prigione segreta americana in Thailandia dove decine di sospetti terroristi sono stati torturati con la tecnica del “waterboarding”.

Haspel, 61 anni, di cui 33 nella Cia, nel corso della sua audizione al Congresso ha detto che l’uso delle torture è stato un errore e che sotto la sua guida non saranno più impiegate. Alcuni senatori democratici hanno dubitato della sua “conversione” , ma sei di loro hanno votato per la sua nomina. In suo favore si erano espressi dei precedenti capi della Cia e molti altri esponenti dell'establishment militare e della sicurezza. Più di un centinaio di ex ambasciatori americani avevano invece inviato al Senato una lettera in cui suggerivano di respingere la nomina che avrebbe consentito ai leader autoritari del mondo di sostenere che non esistono differenze di comportamento tra loro e gli States.

© Riproduzione riservata