Mondo

La Svizzera boccia la «moneta sovrana» contro le banche

  • Abbonati
  • Accedi
referendum

La Svizzera boccia la «moneta sovrana» contro le banche

Reuters
Reuters

Gli svizzeri hanno bocciato a larghissima maggioranza la proposta di “moneta sovrana”, una proprosta radicale che avrebbe impedito alle banche comemrciali di creare moneta per i loro prestiti. Stando alle prime proiezioni della tv elvetica Srf, circa il 74% dei votanti ha votato contro la proposta. I risultati definitivi sono attesi per le 17.

Gli svizzeri erano chiamati alle urne per il referendum sulla “moneta sovrana”, un’iniziativa che avrebbe rivoluzionato il sistema monetario e bancario elvetico : propone infatti che la totalità della moneta, ovvero il denaro contante ma anche la moneta scritturale dei conti bancari, sia emessa esclusivamente dalla Banca centrale e che le banche commerciali non possano più emettere moneta, mediante la concessione di crediti.

Il governo era fermamente contrario all'iniziativa promossa da un gruppo di economisti: «Un cambiamento così radicale del sistema monetario comprometterebbe la stabilità e la reputazione della piazza finanziaria svizzera», ha sottolineato nel corso della campagna. Stando agli ultimi sondaggi, anche la maggioranza degli elettori erano contrari all'iniziativa: le intenzioni di voto del mese scorso indicavano i pareri contrari al testo al 54 % e i favorevoli al 34%. Poi però, se le proiezioni saranno confermato, nelel urne la percentuale dei contrari è lievitata.

Sempre oggi, l’elettorato elvetico deciderà le sorti di una nuova legge sui giochi in denaro che intende adeguare le norme che disciplinano attività quali roulette, black jack e lotto alle esigenze dell'era digitale e che vieta l'accesso al mercato
nazionale - compreso quello in Internet - a organizzatori privi di un'autorizzazione svizzera. Le urne chiudono alle ore 12 e le prime tendenze sono previste nel pomeriggio.

© Riproduzione riservata