Mondo

Singapore, Trump e Kim faccia a faccia. The Donald: …

  • Abbonati
  • Accedi
A singapore

Singapore, Trump e Kim faccia a faccia. The Donald: «Eccitazione nell’aria!»

«Eccitazione nell’aria!», ha twittato Donald Trump da Singapore, dove nella notte italiana incontrerà Kim Jong-un per il primo storico summit di un presidente americano con un leader nordcoreano. I media del regime di Pyongyang mostrano ottimismo e parlano di stabilire un «meccanismo permanente per la pace», esaltando «una nuova era» nelle relazioni con gli Stati Uniti.

Le delegazioni delle due parti si sono incontrate per stabilire gli ultimi dettagli del vertice che – secondo quanto rivelato da un funzionario Usa – dovrebbe iniziare con un vero e proprio incontro a tu per tu tra i due leader, alla sola presenza di interpreti.

È anche filtrato che Kim – arrivato a Singapore per primo, con un aereo dell’Air China - dovrebbe ripartire già nel pomeriggio di domani: non sembra ci sarà molto tempo per negoziati precisi. Molti analisti ritengono come probabile l’annuncio, in forma breve, di un vago accordo finalizzato alla denuclearizzazione della penisola coreana. Successive trattative dovranno chiarire cosa si intenda per «denuclearizzazione». Mike Pompeo, il segretario di Stato, è tornato oggi a ribadire che gli Usa puntano a una «completa, verificabile e irreversibile» denuclearizzazione della Corea del Nord. Negli ultimi tempi Trump era apparso meno radicale nei propositi, ammettendo che si dovrà avviare un processo graduale che implica implicitamente concessioni reciproche.

Obiettivo di Kim, secondo molti esperti, è anzitutto quello di allentare le sanzioni economiche internazionali in cambio di promesse e piccoli passi avanti, ma è da escludere che intenda procedere a un disarmo unilaterale. Lee Hsien Loong, primo ministro di Singapore, ha incontrato Kim domenica e Trump oggi. Anche a ridosso del summit con Kim, peraltro, il presidente americano è stato «distratto» dai temi del commercio internazionale, sui quali ha litigato con molti partner al G7. «Mi dispiace ma non possiamo più permettere che i nostri amici o nemici si avvantaggino di noi nel commercio», ha twittato Trump. Anche dalla città-stato asiatica.

© Riproduzione riservata