Mondo

Migranti, Trump firma decreto per riunire famiglie e bambini

  • Abbonati
  • Accedi
la retromarcia

Migranti, Trump firma decreto per riunire famiglie e bambini

Donald Trump fa marcia indietro sulla separazione forzata delle famiglie di immigrati clandestini che cercano entrare negli Stati Uniti e firma un ordine esecutivo «per tenere unite le famiglie». Finora il presidente e la sua amministrazione avevano invece scelto di arrestare i genitori alla frontiera per reati di immigrazione illegale e strappare loro i figli minorenni, a volte bambini di pochi anni.

La politica ha suscitato durissime polemiche, interne e internazionali, accusata di provocare traumi ai bambini. Era basata su precedenti legali - il cosiddetto “Flores agreement” -che vietano l’incarcerazione dei bambini al momento dell’arresto degli adulti. È stata definita dalla Casa Bianca una scelta di «tolleranza zero», denunciata però anche da esponenti conservatori e dall’ex first lady Laura Bush.

Oltre duemila minorenni sono stati strappati ai genitori nel corso delle ultime sei settimane e inviati anzitutto in centri di accoglienza in Texas. Psicologi e pediatri che hanno visitato i centri hanno descritto scene di bambini in preda a pianti inconsolabili e a cupi silenzi.

Nell’annunciare la sua nuova decisione, Trump ha tuttavia aggiunto, parlando ai giornalisti dalla Casa Bianca, che non intende abbassare la guardia: «Dobbiamo mantenere un atteggiamento duro» sull’immigrazione, ha affermato. La firma dell’ordine esecutivo è prevista nel tardo pomeriggio, prima della partenza del presidente per un comizio questa sera in Minnesota.

Il Congresso sta a sua volta considerando ipotesi legislative sia per rafforzare la sicurezza ai confini che proteggere l’unità delle famiglie dei clandestini. Non è chiaro però quale progetto di legge potrà essere approvato dalla maggioranza repubblicana di Camera e Senato, dove ci sono ipotesi più o meno severe per fermare l’immigrazione. Tra le altre le misure che verrebbero inserite nel disegno legislativo per porre fine ai drammi familiari ci sono controversi nuovi investimenti da 25 miliardi di dollari per la costruzione del muro con il Messico e la cancellazione della lotteria per le ammissioni di immigrati da paesi sotto-rappresentati.

Lo Speaker della Camera Paul Ryan ha indicato che i deputati dovrebbero votare oggi una proposta per mettere fine formalmente alla politica di separazione delle famiglie di clandestini. «Possiamo far rispettare le leggi sull'immigrazione senza spezzare le famiglie», ha dichiarato. Anche parte della base evangelica e conservatrice più vicina a Trump ha di recente mostrato perplessità sull’atteggiamento verso gli immigrati.

© Riproduzione riservata