Motori24

La Mégane più spaziosa ora si chiama SporTour

STATION WAGON

La Mégane più spaziosa ora si chiama SporTour

  • –di Massimo Mambretti

Il completamento della nuova famiglia di Renault di taglia media, ovvero quella che prende le mosse dalla terza serie della Mégane, procede a passo spedito. A settembre verrà commercializzata anche la SporTour, nome che identifica la station wagon nel rinnovato lessico della casa francese. La variante, che in passato puntava ad ammaliare soprattutto con le generose capacità di carico, si prefigge ora di attrarre chi si rivolge alle familiari di taglia media puntando molto sui levigati stilemi della nuova generazione Mégane.
Proposta con i medesimi allestimenti della berlina – Comfort, Dynamique e Luxe – e articolata su numerosi motori a prezzi che dovrebbero essere superiori di circa 1.200 euro alle omologhe versioni della Mégane due volumi a cinque porte, esibisce una personalità sportiveggiante. Determinata sia dal frontale filante, sia dall'andamento spiovente del tetto che si raccorda con la coda rastremata generando montanti posteriori massicci e terze luci laterali affilate.
Ne deriva una linea slanciata, rimarcata anche dall'incremento del passo di 6,2 cm rispetto a quello della berlina. Un intervento leggero, che però ha permesso di distribuire la lunghezza interna in maniera ottimale fra chi siede dietro e la zona di carico. Quest'ultima, sebbene un po' meno capiente rispetto al modello precedente, è piuttosto ampia, di forma regolare e ben accessibile grazie alla soglia d'accesso larga e bassa.

Inoltre è integrata da un pratico vano disponibile sotto il piano d'appoggio e consente di caricare oggetti lunghi sino a 2,55 m se si ripiega, insieme con il divano posteriore, anche lo schienale del sedile anteriore destro.
Nel corso della prima presa di contatto con la Mégane SporTour era curiosamente disponibile per la prova solo la 2.0 dCi da 160 Cv con cambio meccanico a sei marce che non sarà importata in Italia. Sul nostro mercato, infatti, il vertice dell'offerta sarà costituito dalla 2.0 dCi con cambio automatico Proactive e 150 Cv.
Per quanto parziale, il test ha comunque permesso di valutare il comportamento della vettura, rivelatosi soddisfa cente tanto a livello di comfort quanto di prestazioni. Merito del buon assetto che limita il rollio avvantaggiando precisione e gradevolezza della guida.

© Riproduzione riservata