Motori24

Volkswagen Golf Alltrack: la famigliare che non teme ostacoli

PRIMO CONTATTO

Volkswagen Golf Alltrack: la famigliare che non teme ostacoli

  • –di Massimo Mambretti

Anche la Vw Golf cede ai richiami del mondo outdoor e con l'Alltrack si rivolge agli amanti delle famigliari vestite in stile cross-country, oltre che dotate di soluzioni destinate all'impiego sui tratti più impegnativi della norma. Estrapolata dalla Golf Variant, l'Alltrack è l'ideale anello di congiunzione fra le station wagon trendy e i crossover di taglia media. In Italia arriverà a giugno nelle versioni spinte dai turbodiesel Tdi di 1,6 litri da 110 cv e 2 litri nelle declinazioni da 150 e 184 cv, con quest'ultimo abbinato solo al cambio Dsg a doppia frizione a 6 marce, che saranno proposte, rispettivamente, a prezzi (al momento indicativi) di 29.400, 31.400 e 34.400 euro.

La personalità della Golf Alltrack è trasmessa da scudi paraurti specifici, fascioni paracolpi sui passaruota, slitte di protezione per il sottoscocca nonché dall'assetto rialzato di 2 cm rispetto a quello delle altre Variant. Le vesti celano la trazione integrale 4Motion e la configurazione vettura Offroad. Quest'ultima setta la risposta dell'acceleratore in maniera da privilegiare un'erogazione lineare, innesca specifici punti di cambiata del Dsg, inserisce il controllo della velocità in discesa e predispone l'attività della rete elettronica di gestione del dinamismo per i fondi a bassa aderenza. Su quelli normali, invece, l'Alltrack può contare sull'ultima evoluzione del sistema elettronico Xds che simula il differenziale autobloccante.

La versatile personalità dell'Alltrack, sulla quale si riflettono anche le elevate capacità di carico che spaziano da 605 a 1.620 litri, si traduce in un comportamento stradale un po' influenzato dall'assetto incline a cedere al rollio. Una caratteristica che sui percorsi più tortuosi penalizza un po' la precisione della guida, anche a dispetto delle buone qualità dello sterzo, ma che non si ripercuote nei confronti della tenuta di strada e dell'affidabilità di marcia.

La versione da 184 cv (219 km/h, 0-100 7”8, 20 km/l) sfodera un temperamento polivalente in grado di mettere in campo sia un'apprezzabile elasticità sia spinte convincenti quando s'affonda l'acceleratore, grazie anche al corroborante ausilio del cambio Dsg. Il rendimento del motore, che solo ai regimi intermedi è accompagnato da una leggera ruvidità, è sostenuto da un bel carico di coppia e soddisfa anche in situazioni fuoristradistiche piuttosto impegnative, sebbene non estreme. In queste circostanze l'Alltrack si disimpegna agevolmente grazie alla rapidità con cui la trazione integrale trasferisce la motricità da un assale all'altro e ai settaggi dell'omonima logica di configurazione vettura.

Vw Golf Variant: la famiglia si allarga. Ecco come va la Gtd

© Riproduzione riservata