Motori24

Toyota, a Parigi debutta il suv compatto C-HR

PARIS AUTO SHOW

Toyota, a Parigi debutta il suv compatto C-HR

La Toyota abbatterà le proprie emissioni di CO2 del 90% entro il 2050 attraverso ibrido, ibrido plug-in, elettrico ed idrogeno. Un'ammissione neppure troppo implicita che i piani a Nagoya sono cambiati e – al contrario di quello che i giapponesi si ostinavano a dire fino a pochi mesi fa – la via verso le emissioni zero non sarà solo quella che porta dall'ibrido alle fuel cell.

In attesa di vedere una Toyota elettrica, a Parigi la casa delle Tre Ellissi ripropone la sua Mirai e con la FCV Plus fa vedere come potrebbe essere un'auto a idrogeno cittadina, capace di ricaricarsi attraverso una piastra sotto la vettura e di ricaricare le auto parcheggiate di fianco attraverso piastre laterali: ed ecco allora servito il car sharing all'idrogeno. Altrettanto sorprendente la nuova Prius Plug-in: non solo perché ha un'estetica differente dalla “normale”, più aggressiva, ma anche perché è la prima auto 5 posti al mondo che promette di fare i primi 100 km con un litro di benzina con 22 g/km di CO2. In elettrico fa 135 km/h e percorre 60 km grazie alla batteria agli ioni di litio da 88 kWh, raddoppiata in capacità, ma con peso aumentato solo del 50% e con un tempo di ricarica più rapido del 65%. I pannelli solari sul tetto producono energia sufficiente fino a 5 km e 1.000 km all'anno, l'impianto di climatizzazione è a pompa di calore e parte del portellone in composito, per diminuire il peso e ottenere una forma complessa. Identiche invece la potenza del sistema (122 cv) e le prestazioni. Insomma, Toyota ha voluto rimettere i puntini sulle i di “ibrido” e “plug-in” ricordando a tutti chi ha inventato entrambe le tecnologie, ma deve ricordarlo soprattutto a se stessa, visto che la prima Prius ricaricabile è stata poco più che un esperimento isolato, mai esteso ad altri modelli Toyota o Lexus, ma per il futuro prossimo entrambi i marchi avranno altri modelli ricaricabili.
Un unicum più unico che raro sui listini attuali è invece la GT86, coupé a trazione posteriore prodotta insieme a Subaru e spinta da un 2 litri boxer da 200 cv. Ora ha un frontale più affinato, i tecnici sono intervenuti su sterzo e sospensioni sulla scorta dell'esperienza accumulata con la 24 Ore del Nurburgring e hanno irrobustito la scocca aggiungendo saldature migliorando così aerodinamica, precisione di guida e comfort. In più, ora c'è anche la modalità di guida Track del controllo di stabilità, intermedia tra quella normale e di disattivazione completa. I fari sono a Led e anche l'abitacolo è un po' meno spartano di una volta, sia per i materiali sia per l'interfaccia uomo macchina che ora può contare su un display a colori da 4,2” sulla strumentazione, i comandi audio sul volante con la radio Dab e il sistema infotelematico con schermo da 6,1 pollici completo di Google Search e Twitter.
Ma il messaggio più importante per il mercato si chiama C-HR, un crossover da 4,36 metri e dallo stile ardito del quale, dopo diverse apparizioni in veste di concept e i con vetri oscurati, si riesce a vedere finalmente l'abitacolo. Basato sulla stessa piattaforma modulare TNGA della Prius, sarà prodotto in Turchia e le consegne inizieranno da gennaio con un listino che parte da 25.700 euro e prevede un motore 1.2 a benzina da 116 cv con cambio manuale o CVT (anche trazione intergrale) e ibrido con motore 1.8 ed elettrico da 122 cv per un consumo di 3,6-3,9 litri/100 km pari a 82-90 g/km di CO2. Il bagagliaio è da 377 litri e il sistema infotelematico conta su uno schermo da 8 pollici, un impianto audio JBL da 576 Watt una dinamica di guida esaltata da uno sterzo particolarmente diretto e da sospensioni posteriori multi-link. La dotazione di sicurezza è allineata a quella dei migliori concorrenti con cruise control attivo, frenata autonoma che tiene conto dei pedoni, correzione attiva per il superamento della carreggiata, allerta per l'angolo morto. Intriganti anche le combinazioni cromatiche con la possibilità di avere tetto e interni bicolore.

© Riproduzione riservata