Motori24

Jaguar I-Pace: arriva la rivoluzione elettrica inglese

SALONE DI LOS ANGES

Jaguar I-Pace: arriva la rivoluzione elettrica inglese

Le prossime mosse della Jaguar sono anticipate al salone di Los Angeles dall'I-Pace. E' una show-car che anticipa l'avvento della prima vettura a propulsione elettrica ad alte prestazioni della casa di Coventry, che sarà venduta a partire dall'inizio del 2018.

L'I-Pace porta alla ribalta soluzioni e tecnologie che il gruppo Jaguar Land Rover ha specificatamente sviluppato per le vetture a Emissioni Zero.

Infatti, si basa su un'architettura del tutto inedita largamente realizzata in alluminio e formalmente è frutto della libertà d'espressione lasciata ai designer dall'assenza di componenti meccaniche tradizionali che, forzatamente, devono essere sistemate in posizioni specifiche. La minore invasività di quelle elettriche ha propiziato, quindi, la definizione di vesti che scaturiscono dall'incontro fra l'attenzione posta per la profilatura aerodinamica con proporzioni che esaltano la muscolosità della linea e una distribuzione dei volumi che premia, in un sol colpo, tanto la percezione dell'indole sportiva della prima Jaguar elettrica della storia quanto l'ampiezza degli interni. Su quest'ultima si riflette anche il rapporto fra la lunghezza del passo, 2,99 m, e quella della vettura di 4,68 m. Infatti, genera un abitacolo, arredato in maniera hi-tech ma fedele ai canoni della tradizionale ricercatezza Jaguar, in grado d'ospitare comodamente anche cinque persone nonché un vano di carico con una capacità base di 530 litri.

Jaguar I-Pace debutta con la realtà virtuale

L'I-Pace è un crossover nel senso più stretto e ortodosso della definizione, poiché ha una linea che è frutto del reale intreccio fra quella di un'auto sportiva e quella di un Suv. In un certo senso, quindi, si colloca nel solco da poco aperto dalla F-Pace ma, pur avendo un'indole completamente green, non intende imporre rinunce né nei confronti della guidabilità né delle performances che ci si attende da una Jaguar che mette in campo 400 cv.
La prima è sostenuta non solo dalle dimensioni non eccessive ma anche dall'architettura delle sospensioni che trae ispirazione da quella delle sportive F-Type e dal baricentro basso, mentre le seconde sono impresse sia dall'elevato picco di potenza sia dalla robusta coppia di 700 Nm sviluppate (complessivamente) dai due motori elettrici che muovono l'I-Pace. Sono sistemati uno sull'avantreno e uno sul retrotreno e quindi generano anche un sistema di trazione integrale, sono in grado di proiettare questa Jaguar a 100 orari in meno di 4”0 e sono alimentati da batterie agli ioni di litio sviluppato dal gruppo automobilistico inglese, sistemato sotto l'abitacolo. Il pacco delle batterie ha una capacità di 90 kWh ed è composto da elementi con celle pouch che utilizzano una composizione chimica al Nichel, Cobalto e Manganese per ottmizzare il rapporto fra costanza delle prestazioni e autonomia, si può ricaricare in poco più di 2 ore utilizzando una wallbox da 50 kW e assicura, secondo la Jaguar, un'autonomia di oltre 500 chilometri nel nuovo ciclo omologativo europeo Nedc.

© Riproduzione riservata