Motori24

Honda SH 125i/150i: come è fatto e come va il nuovo modello

PRIMO CONTATTO

Honda SH 125i/150i: come è fatto e come va il nuovo modello


Honda SH, lo scooter a ruote alte per antonomasia, che anche per il 2016 è rimasto il modello più venduto in Italia, si rinnova nelle versioni 125i e 150i portando con sé qualche innovazione a livello tecnologico e di design, ma lasciando invariate quasi tutte le caratteristiche tecniche che l'hanno reso un prodotto vincente e probabilmente tra i più copiati.

La breve prova effettuata sulle strade di una piovosa Firenze ha messo in luce i miglioramenti (di lieve entità) dello scootere che è diventato il punto di riferimento della categoria “ruote alte” e che insieme al fratello maggiore Sh 300 dominano la classifica del mercato italiano delle due ruote.

L'ottima tenuta di strada, anche alle prese con il pavé bagnato dalla pioggia, o nelle curve a gomito su un asfalto reso scivoloso dalla pioggia, è senza dubbio il primo merito che ci sentiamo di affibbiare all'Honda SH 125i, che mantiene sensazione di sicurezza che si prova ogni qualvolta si sale in sella. Merito anche delle gomme Michelin City Grip da 16” offerte come primo equipaggiamento e dal doppio ammortizzatore (regolabile su cinque livelli) che ben si è comportato sull'impervio pavé del capoluogo toscano. Il motore è il conosciuto eSP, un monocilindrico raffreddato a liquido che regala una potenza di coppia di 11,5 Nm a 7.000 giri/min (per l'SH125i), caratteristica che abbiamo potuto apprezzare quando è stato il momento di accelerare per superare le auto nel traffico. Solo per il modello 125i Honda ha deciso di aumentare leggermente i cavalli, portandoli da 11.83Cv della vecchia versione a 12.2Cv per questo nuovo modello “2017”.

Novità di assoluto interesse è l'introduzione del sistema Start&Stop che, a dire il vero, prima di provarlo, ci aveva lasciato un po' perplessi. Invece, alla prova dei fatti, il sistema reagisce bene appena si dà gas una volta che il motore viene arrestato dopo 3 secondi di inattività (come avviene di norma ai semafori). Lo sprint, fondamentale per scattare appena si accende la luce verde, è ottimo, e non risente di un piccolo ritardo tra quando si accelera a quando effettivamente l'SH prende velocità per ripartire. Volendo, comunque, il sistema Start&Stop di può disinserire. Honda assicura un'autonomia di ben 300 Km grazie al serbatoio da 7,5 litri, mentre il consumo medio dichiarato è di 47.4 km/l per il modello 125i e di 43.8 km/l per il modello 150i. Nella prova effettuata abbiamo potuto apprezzare che i valori rilevati non si discostano poi molto da quelli dichiarati: 38 km/l sono quanto segnalato dal computer di bordo del modello 125i utilizzato, tenendo presente che in pratica la prova è stata effettuata in vie molto trafficate, habitat naturale dell'Honda SH. Molto apprezzato, soprattutto in una giornata di pioggia, è il parabrezza alto, che assicura anche una buona protezione dell'aria. Non mancano i coprimani e un bauletto posteriore, il tutto incluso nel prezzo di vendita. Come per gli altri modelli proposti negli anni scorsi il sistema ABS è offerto di serie.

Design rinnovato
Molto spazio è stato dato all'estetica e al design dei nuovi SH 125i/150i. A prima vista, forse alcuni aspetti non sono facili da notare, perché Honda, dopotutto, non vuole stravolgere qualcosa che gli da soddisfazioni da parecchi anni a livello di vendite. La prima grande novità riguarda l'introduzione di luci a LED “incastrate” nello scudo che disegnano una “X”, marchio distintivo dell'SH. Anche il faro posteriore è ora dotato di illuminazione a LED, così come le frecce e la luce di frenata. Il vano sottosella è pronto ad ospitare un casco integrale, mentre due ganci posti sempre nel sottosella, su entrambi i lati, consentono di agganciare altri due caschi all'esterno, utili se si viaggia con un passeggero. Nel vano portaoggetti anteriore, per la prima volta per un SH, Honda ha deciso (finalmente) di inserire una presa 12V adatta per caricare smartphone e altri piccoli device. Altra novità molto interessante riguarda l'introduzione della “Smart Key”, un sistema che consente di avviare lo scooter senza l'utilizzo di una chiave vera e propria. Basta tenere questa chiave “wireless” in tasca ed agire su un commutatore per accendere lo scooter, con il classico tasto di avviamento, o aprire la sella per poter accedere al vano posto sotto di essa.

Prezzi
Sia per la versione 2017 dell'SH125i sia per il modello SH150i Honda ha alzato, seppur di poco, il prezzo di vendita. SH 125i è proposto al prezzo di 3.390 euro, mentre il modello Sh150i a 3.540 euro, in pratica, per entrambi, 210 euro in più del vecchio modello, ma con in dotazione parabrezza alto, bauletto posteriore e coprimani. I colori disponibili, per entrambi i modelli sono Pearl Nightstar Black, Pearl Cool White, Lucent Silver Metallic e Pearl Splendor Red.

© Riproduzione riservata