Motori24

Aprilia presenta il team per la MotoGp


MOTOCICLISMO

Aprilia presenta il team per la MotoGp

A poche settimane dall'inizio del mondiale MotpGp, Aprilia ha presentato il suo team MotoGp. Nel 2016 i test di Doha hanno visto il debutto della RS-GP, prima MotoGp interamente sviluppata da Aprilia Racing, e ora, a 12 mesi di distanza, il progetto tutto italiano è chiamato a un importante esame di maturità. È vero, lo scorso anno la progressione è stata buona, specie nella seconda metà della stagione – 16 piazzamenti nei primi 10 – e il buono stato di salute del team è stato ribadito nei test a Valencia, Jerez, Sepang e Phillip Island, ma nel 2017 è necessario un ulteriore salto in avanti.

Oltre 260 cavalli tricolore. La RS-GP 2017 si presenta al via della stagione in una nuova livrea tricolore disegnata da Aldo Drudi, designer noto per aver firmato molti caschi di un'altra icona italiana, Valentino Rossi. Pochi e stringati i dettagli resi noti: il motore è un V4 stretto, con alesaggio di 81 mm, albero motore controrotante, distribuzione con sistema pneumatico di richiamo delle valvole e una potenza di oltre 260 cv; monta il cambio seamless upshift e downshift, a 6 rapporti, ed estraibile, oltre a telaio e forcellone in alluminio firmati Aprilia Racing, sospensioni Ӧhlins e freni Brembo con doppio disco in carbonio. “Il 2017 inizia per noi con presupposti diversi rispetto allo scorso anno”, dice Romano Albesiano, responsabile Aprilia Racing, “sappiamo di avere una moto arrivata a un buon livello di competitività. Le evoluzioni intervengono su tutti gli aspetti, dal peso che è stato ottimizzato, al bilanciamento generale, senza dimenticare le prestazioni del motore e il pacchetto elettronico”.
Due nuovi piloti. Aleix Espargaró, classe 1989, è un gradito ritorno in casa Aprilia, e ha trovato subito il giusto feeling con la RS-GP, specialmente per la stabilità in frenata. Il pilota spagnolo ha anche avuto modo di testare l'evoluzione 2017 della MotoGp italiana, mostrandosi competitivo nei test ufficiali. Accanto allo spagnolo, il team Aprilia Racing potrà contare sul debuttante Sam Lowes: il 27enne pilota inglese, deve guadagnare confidenza con un prototipo molto diverso rispetto alla Moto2 con cui ha corso negli scorsi anni. “Ci avviciniamo alla stagione 2017 consapevoli di poter contare su una buona base di partenza”, commenta il team manager Fausto Gresini, “nei test svolti a Sepang e a Phillip Island squadra e piloti hanno lavorato molto bene. Da un lato Aleix si è subito dato molto da fare in sella alla nuova RS-GP, ricavandone ottime sensazioni e fornendo indicazioni importanti per lo sviluppo tecnico; dall'altro lato, Lowes ha compiuto progressi significativi, avvicinandosi sensibilmente al compagno di squadra in termini cronometrici”.
Colaninno: «Affascinare i giovani». Alla presentazione ha partecipato anche Roberto Colaninno, presidente e amministratore delegato del Gruppo Piaggio, cui Aprilia fa parte. “Le competizioni sono il punto più alto della sperimentazione e dello sviluppo di soluzioni tecnologiche delle quali beneficiano tutti prodotti e tutti i brand del Gruppo”, ha detto Colaninno, “quest'anno vogliamo insidiare costruttori che sono in questa categoria da decenni e abbiamo tutto per poter centrare questo obiettivo: uomini, tecnologia, esperienza e tanta passione. La storia sportiva di Aprilia racconta di 54 titoli mondiali, la maggior parte, ben 28, conquistati da quando Aprilia è parte del Gruppo Piaggio. Una storia di così grandi successi ci impone di lavorare per essere sempre protagonisti con l'obiettivo di continuare ad affascinare e divertire i giovani che da sempre sono il grande patrimonio di Aprilia”.

© Riproduzione riservata