Motori24

Dossier Nissan Leaf, con la seconda serie l’auto elettrica è per tutti

Dossier | N. 28 articoliFrancoforte 2017, tutte le novità marca per marca

Nissan Leaf, con la seconda serie l’auto elettrica è per tutti

La nuova Nissan Leaf si presenta in anteprima mondiale a Tokyo e mostra un lungo elenco di novità, a partire da un design completamente inedito che dice addio alle forme non particolarmente riuscite del modello precedente.

La vettura a zero emissioni giapponese nasconde gli aspetti più interessanti sotto la carrozzeria, dove è montato un nuovo motore elettrico da 110 kW/150 Cv con un autonomia di 378 chilometri grazie alle batterie agli ioni di litio da 40 kWh.

Altra novità riguarda l'introduzione dell'e-Pedal, che si traduce nella possibilità di guidare la vettura in determinate situazioni utilizzando esclusivamente il pedale dell'acceleratore. Sul fronte della guida assistita arriva la tecnologia ProPilot e ProPilot Park per le manovre di parcheggio senza nessun intervento del guidatore.

Design
La prima generazione di Leaf ha avuto oltre 280.000 clienti dal 2010, numeri importanti per un'auto elettrica, grazie ai contenuti tecnologici ma non certo per il design esterno. Con la nuova Leaf invece l'estetica diventa un valore aggiunto, per merito di un corpo vettura dinamico che punta a conquistare un pubblico attento anche all'immagine e non sono alla tutela dell'ambiente. A partire dal frontale ritroviamo la nuova firma stilistica del marchio, ovvero la V già vista su Qashqai e Micra, con i fari a Led che ripropongono la forma a boomerang e al centro un motivo a rete 3D di colore blu che identifica i modelli elettrici.

A sottolineare il nuovo carattere della vettura arrivano dettagli come il cofano dalle linee decise, il tetto bicolore e il generoso estrattore posteriore, che ha contribuito a ridurre il coefficiente di resistenza aerodinamica a 0,28. Cinque i colori disponibili: bianco, giallo, rosso e azzurro combinati con il tetto nero e la nuova tinta Spring Cloud. Passando alle dimensioni la nuova Leaf è lunga 4.48 metri, larga poco meno di 1.80 e con un passo di 2,7 metri.

Arrivano Apple Carplay e Android Auto
Anche gli interni segnano una rottura con il passato, dicendo addio ai materiali non certo premium della prima generazione. L'abitacolo mostra dalle prime immagini una buona cura realizzativa e uno spazio adatto per ospitare cinque persone, con una grande attenzione all'ergonomia.

La strumentazione mostra un mix tra tachimetro analogico e display digitale multifunzione, mentre dallo schermo da 7 pollici si potrà controllare la tecnologia Safety Shield, lo stato di carica, il livello di energia, l'audio, le informazioni del navigatore e gestire la connessione con Apple CarPlay e Android Auto.

Tra le dotazioni disponibili troviamo La pre-attivazione del condizionatore dell'auto da remoto tramite app installata sullo smartphone, la possibilità di trovare la stazione di ricarica più vicina, la ricarica wireless del telefono e il wi-fi a bordo. Buona anche la capacità di carico, con uno spazio disponibile di 435 litri.

Aumenta la potenza e la stabilità
Nell'attesa di provarla su strada, la seconda generazione di Leaf promette un'esperienza di guida completamente nuova. Grazie a soluzioni come il montaggio delle batterie al centro della carrozzeria, l'inerzia è stata ridotta e la stabilità migliorata. Per quanto riguarda il piacere al volante è stato aggiornato il software dello sterzo elettrico, introdotta una nuova tecnologia dei comandi che opera insieme al sensore dell'angolo di sterzo e la rigidità della barra di torsione è stata incrementata del 10%.

A gestire il tutto il sistema Intelligent Ride Control, capace di garantire un controllo puntuale sulla coppia del motore elettrico in curva, riducendone le vibrazioni e amplificando il controllo dello sterzo. Altra grande novità arriva dal motore, in grado di erogare una potenza massima di 110 kW (150 Cv), una coppia massima aumentata del 26% e pari a 320 Nm ed una velocità massima di 144 km/h.

L'autonomia dichiarata secondo gli standard europei è di 378 chilometri, grazie alla presenza di nuove batterie agli ioni di litio da 40 kWh. Entro la fine del 2018 arriverà anche una versione più costosa con batterie più potenti, in grado molto probabilmente di portare l'autonomia a oltre 500 km. I tempi di ricarica sono pari a 16 ore utilizzando una rete da 3 kWh, 8 ore optando per i 6 kWh e con la ricarica rapida servono 40 minuti per avere l'80% di autonomia. Non manca anche la tecnologia V2G (vehicle-to-grid), che consente la ricarica bidirezionale, scambiando energia tra i veicoli elettrici, la casa, l'ufficio e la rete.

Si ferma da sola anche in autostrada
Passando alla tecnologia a bordo sarà disponibile il pacchetto Nissan Intelligent Driving che comprende ProPilot, ProPilot Park, Nissan Safety Shield ed e-Pedal. Partendo da ProPilot si tratta di un sistema di assistenza alla guida su singola corsia, attivabile tra circa i 30 e i 144 km/h. Capace di mantenere la vettura al centro della corsia, il sistema frena automaticamente la vettura (fino a fermarla) in caso di rallentamento dell'auto di fronte anche senza intervento del guidatore. Per ripartire basterà premere il pulsante o premere leggermente il gas.

Per chi invece odia parcheggiare, il sistema ProPilot Park si occuperà dell'intera manovra, grazie all'utilizzo di 12 sonar e quattro telecamere. Scorrendo l'elenco delle novità spicca il sistema e-Pedal, montato di serie su tutte le versioni, che permetterà all'automobilista di accelerare e frenare utilizzando il solo pedale del gas. Utilizzabile secondo Nissan nel 90% dei casi, aziona il freno rigenerativo e i freni a disco – fino allo stop del veicolo - quando il pedale del gas viene rilasciato. A completare la dotazione di sicurezza non mancano l'avviso e la prevenzione di cambio corsia involontario, frenata d'emergenza anteriore, sistema intelligente di copertura angolo cieco, sistema riconoscimento segnaletica stradale, rear cross traffic alert, Intelligent Around View Monitor con sistema di rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento, frenata d'emergenza in caso di uso errato del pedale.

I prezzi non sono ancora noti ma è ragionevole pensare che possa costare quanto il modello attuale: tra 30 e 40mila euro. La vettura sarà per forza di cose competitiva con la Opel Ampera-E e più economica della Tesla Model 3 che è posizionata sul segmento premium.

Specifiche di Nissan LEAF 2017 (modello europeo) Specifiche in attesa di omologazione finale
Esterni (mm)
Lunghezza complessiva 4.480
Larghezza complessiva 1.790
Altezza complessiva 1.535/1.545
Passo 2.700
Carreggiata anteriore/posteriore 1.540/1.555
Altezza min. da terra 150
Coefficiente aerodinamico (Cd) 0,28
Pneumatici 205/55R16 o 215/50R17

Peso/capacità (kg)
Peso in ordine di marcia 1.535
Numero posti 5 passeggeri
Massa complessiva 1.765-1.795

Batteria
Tipo Batteria agli ioni di litio
Capacità 40 kWh

Motore elettrico
Nome EM57
Potenza max. 110 kW (150 CV)/3283~9795 giri/min
Coppia max. 320 Nm (32,6 kgf m)/0~3283 giri/min

Prestazioni
Autonomia
378* km (NEDC)
Tempo di ricarica (standard) 16 ore (3 kW)
8 ore (6 kW)
Tempo di ricarica rapida fino all'80%
Velocità massima 40 minuti
144 km/h

* Autonomia ottenuta con una serie di prove uniformi e ripetibili previste dal regolamento europeo E11-101R-011935 e dal ciclo di omologazione NEDC – New European Driving Cycle – di cui alla direttiva 91/441/CE.
Fattori che incidono sull'autonomia: l'autonomia effettiva dipende da diversi fattori quali, ad esempio, la velocità di guida e il tipo di strada (percorso urbano, extra-urbano, autostrada); la tipologia di percorso (salita, discesa, pianura); la temperatura esterna e l'uso del climatizzatore; lo stile di guida (ecologico, costante, sportivo).

© Riproduzione riservata