Motori24

Yamaha sfida Bosch e lancia il suo motore per bici elettriche

Due ruote

Yamaha sfida Bosch e lancia il suo motore per bici elettriche

Yamaha si prepara a entrare nel mercato dei motori per la bici elettrica. Un mercato molto vivace, finora dominato dalla casa tedesca Bosch, con tassi di crescita previsti a doppia cifra nei prossimi anni. Il prossimo anno la casa motoristica giapponese presenterà sul mercato americano la sua versione di motore a pedalata assistita. Il prototipo di quella chesarà la sua versione di “motore” per le e-bike sarà presentato la prossima settimana a Las Vegas, all’Interbike, la più importante rassegna fieristica dedicata alle due ruote a pedali del Nord America, che si svolgerà dal 20 al 22 settembre.

«Yamaha è stato un pioniere, inventore e innovatore nel settore delle bici elettriche per più di due decenni», ha detto Terry Okawa, presidente di Yamaha Usa. Nel 1993 la casa giapponese lancià la prima bicicletta a pedalata assistita. E da allora ha prodotto più di 4 milioni di “motori” e venduto oltre 2 milioni di bici a pedalata assistita con il marchio Yamaha, soprattutto in Giappone.

I nuovi motori da ebike appena presentati da Yamaha saranno disponibili sul mercato internazionale a partire dal 2018. La casa giapponese ha già fatto sapere che entrerà sul mercato delle e-bike con un suo motore e con una propria linea di bici a pedalata assistita. Le case motoristiche entrano in questo mercato che ha grandi possibilità di crescita. Oltre a Yamaha anche Ktm, attraverso Pexco, sta sviluppando le sue Mountain bike elettriche.

Non solo moto ma anche Formula Uno. Gli ingegneri della Williams infatti hanno collaborato con Brompton la folder bike made in Britain per lo sviluppo di un motore dedicato della celebre bici pieghevole british e della batteria - questa è la particolarità - contenuta in una borsa da ufficio che, una volta piegata la bici, si mette sulla spalla, e non pesa sul telaio, consentendo una facile portabilità anche a una donna.

© Riproduzione riservata