Motori24

Dossier Ritorna un classico inglese: La Bentley Continental GT

    Dossier | N. 34 articoliAuto, tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi

    Ritorna un classico inglese: La Bentley Continental GT

    Alla vigilia di un inevitabile passaggio di consegne in casa Bentley, la Continental GT si rinnova. Prodotta a “mano” in oltre 66.000 esemplari dal 2003 ad oggi resta ancora il modello del brand premium inglese più venduto di sempre anche se dovrà, prima o poi, fare i conti con la best seller annunciata che incalza, il suv Bentayga. La terza generazione, tuttavia, oltre ad essere in vendita a partire dall’anno prossimo porterà sotto al cofano un’inedita motorizzazione ibrida plug-in, sia pure non dal lancio. Per ora ci si deve accontentare, si fa per dire, del 6 litri W12 della Bentayga con una potenza che è aumentata fino a 635 cv. In aggiunta l’utilizzo della piattaforma modulare del gruppo VW, la stessa dell’Audi Q7 e del Porsche Cayenne consente una riduzione di un’ottantina di chili rispetto all’attuale Continental che si traducono in una riduzione dei consumi del 16% oltre che di emissioni che calano da 330 a 278 g/km. Granturismo fuori, icona del lusso dentro, la nuova Continental appena si mette in moto, accende il display di bordo, ora da 12,3 pollici, prima erano 8, con la schermata che può essere tripartita, per informare su tutto lo scibile inserito nel sistema di infotainment. Complice, poi, l’esasperante ricerca della massima sinergia anche la nuova Continental farà un pò fatica a dichiararsi inglese al 100%. La piattaforma, infatti, ereditata dalla Porsche sarà prodotta nella fabbrica di Lipsia, in Germania. Da qui le scocche verranno assemblate nella storica fabbrica di Crewe, dove si provvederà alle finiture, queste sì in “puro” spirito Bentley.

    © Riproduzione riservata