Motori24

Tesla, partenza difficile per Model 3

MEDIE ELETTRICHE

Tesla, partenza difficile per Model 3

Una partenza in salita per l'attesissima Model 3. La produzione a settembre della “piccola” Tesla è risultata, infatti, ben lontana dai 1500 pezzi mensili annunciati che poi avrebbero dovuto aumentare fino a raggiungere i 20 mila a dicembre.

Dopo l'avvio il 28 luglio della produzione e le prime consegne delle 30 vetture ai dipendenti che l'avevano prenotata, i piani produttivi potrebbero non essere rispettati. La stessa Tesla ha ammesso il problema confermando che la produzione del Model 3 è stata inferiore al previsto, ma sottolineando però che non ci sono problemi nè con la produzione di Model 3 nè coi fornitori e aggiungendo di essere certi di risolvere il problema in tempi brevi.

Di sicuro di questo passo diventa difficile rispettare gli ambiziosi programmi di Tesla che prevedevano con l'arrivo della Model 3 di arrivare a produrre 500.000 veicoli nel 2018 e un milione entro il 2020.

La Model 3, la più piccola delle elettriche del costruttore Usa è in vendita ad un prezzo di listino 35 mila dollari. Venne presentata a fine marzo 2016 ricevendo in poco tempo mezzo milione di prenotazioni con la promessa che le consegne sarebbero iniziate a luglio dell'anno successivo.

Sempre in merito alle consegne, come già spiegato in passato da Tesla, si sarebbe dovuto partire dai modelli prenotati dai dipendenti per poi passare agli altri clienti con le consegne che dovevano iniziate dalla costa ovest degli Usa per arrivare alla costa est e poi in Europa. I primi clienti italiani avrebbero dovuto entrare in possesso della loro Model 3 nella seconda metà del 2018.

© Riproduzione riservata