Motori24

Rivoluzione alla Lotus, arriva il suv e sarà motore ibrido

SPORTIVE

Rivoluzione alla Lotus, arriva il suv e sarà motore ibrido

Il suv Lotus
Il suv Lotus

Dopo l'acquisizione da parte del Gruppo cinese Geely, gli stessi che controllano Volvo, la Lotus, lo storico brand inglese ora può guardare al futuro con maggiore serenità. A riportarlo è il mensile Quattroruote che ha intervista in esclusiva l'amministratore delegato del brand inglese, Jean-Marc Gales. Dopo anni di incertezze, Lotus può dunque tornare a programmare l'arrivo di nuovi modelli. La prima novità riguarda il Suv e a darne conferma a Quattroruote è lo stesso a.d. Gales. In effetti se ne era già sentito parlare qualche anno fa, ma poi il progetto sembrava destinato a rimanere in “stand by”.

Ora, grazie ai nuovi capitali cinesi, gli stessi che hanno già fatto risorgere Volvo, ritornano la certezze. La Lotus, dunque, avrà il suo modello “a ruote alte”, anche se sarebbe meglio definirlo, precisa sempre Quattroruote, un crossover. Un'auto, insomma, che si caretterizzerà per una configurazione da Suv, ma si distinguerà dai concorrenti per una dinamica di guida tipica di tutte le Lotus. Per progettarlo, gli ingegneri Lotus, ha poi spiegato al mensile italiano l'ad Jean-Marc Gales potranno contare sulle nuove sinergie disponibili dal Gruppo Geely e sfrutteranno con tutta probabilità una piattaforma già esistente.

Ma il futuro “sport utility” impiegherà anche il know-how maturato dal marchio inglese per quanto riguarda l'aerodinamica piuttosto che la leggerezza costruttiva che da sempre sono i due fiori all'occhiello della Lotus. L'altra novità confermata da Gales a Quattroruote è che il nuovo progetto sarà offerto quasi sicuramente in una versione ibrida che consentirà al brand inglese di debuttare nel mondo dell'elettrificazione.

In aggiunta il nuovo Suv potrebbe essere assemblato anche fuori dai confini britannici, ma non è ancora chiaro al momento se la scelta finale ricadrà su una delle tante fabbriche attive in Cina del Gruppo Geely. Gales ha, poi, confermato a Quattroruote che la produzione delle sportive Lotus, la Elise, l'Exige ed Evora rimarrà anche nei prossimi anni in Inghilterra. Da capire, infine, quanto occorrerà per assistere al debutto del Suv Lotus: non prima di tre anni, ma la curiosità già da ora è tantissima.

© Riproduzione riservata