Motori24

Skoda Karoq, come va il suv compatto ceco

primo contatto

Skoda Karoq, come va il suv compatto ceco

Suv compatto, spazio da famiglia e un lungo elenco di dotazioni tecnologiche e di sicurezza. Sono questi gli ingredienti necessari per avere successo in un mercato sempre più competitivo e sono tutti presenti sulla nuova Skoda Karoq, la risposta del marchio ceco al segmento dei suv entro i quattro metri e mezzo. Presentata in anteprima mondiale lo scorso settembre al Salone di Francoforte, la nuova Karoq è già ordinabile in concessionaria con consegne da gennaio 2018 e un listino prezzi a partire da poco meno di 24.000 euro per l'allestimento Ambition.

Skoda Karoq, dimensioni 4,38 metri
Con questa lunghezza la Skoda Karoq si posiziona alla perfezione tra modelli come Hyundai Tucson, Kia Sportage, Nissan Qashqai e ovviamente la cugina Seat Ateca. A completare le dimensioni troviamo una larghezza di 1,84 metri, un'altezza di 1.60 m e un passo di 2,63 metri. Esteriormente ritroviamo il nuovo corso stilistico di Skoda a partire dai fari dal taglio netto all'anteriore. L'impressione generale è di equilibrio, con una discreta caratterizzazione off-road grazie ai profili in plastica sulla carrozzeria, di serie all'inizio con i cerchi da 19 pollici. Ampia la scelta di personalizzazione, con 14 tonalità a disposizione solo per l'esterno.

Bagagliaio record
Salendo a bordo si ha la certezza di come la Skoda Karoq sia un'auto adatta alla famiglia, nonostante una lunghezza contenuta. A bordo lo spazio disponibile è ottimo per quattro persone e buono anche quando si viaggia in cinque, merito dei centimetri a disposizione e del lungo elenco di vani porta oggetti. La sorpresa arriva dal vano di carico, con una capacità a partire da 571 litri ed espandibile fino a 1630 con sedili posteriori divisibili 60:40. Aggiungendo il sistema Vario Flex, di serie sull'allestimento top di gamma Style e offerto a circa 400 euro sulle versioni Executive e Ambition, i sedili posteriori diventano 3 scorrevoli (con schema 40:20:40) e la capacità parte da 479 e si espande fino 598 litri, mentre se vengono rimossi lo spazio totale a disposizione raggiunge i 1810 litri.

Apple CarPlay e Android auto di serie
Oltre al maxi vano di carico, la Karoq piace per l'allestimento presente a bordo anche sulle versione base Ambition. A centro plancia troviamo la radio Bolero con display touchscreen da 8 pollici, protocollo Apple CarPlay e Android Auto e connettività bluetooth e Usb. Gli interni mostrano una buona qualità generale con un abbondante utilizzo di plastiche morbide sulla plancia, mentre alcuni particolari (come i pannelli porta in plastica rigida) non ci hanno convinto del tutto. Nella dotazione a bordo troviamo tra i vari accessori presenti anche il volante in pelle a 3 razze con comandi dell'autoradio e del telefono, climatizzatore bizona, cruise control e sensori di parcheggio posteriori.

Arriva il 1.6 TDI DSG
La gamma motorizzazioni della nuova Skoda Karoq, partendo dalle versioni a benzina disponibili esclusivamente con trazione anteriore, include il 1.0 Tsi da 115 cavalli abbinabile al cambio manuale a sei marce o al Dsg a 7 rapporti e il 1.5 Tsi da 150 Cv con DSG a 7 velocità. Passando ai diesel l'offerta parte dal 1.6 Tdi a trazione anteriore con cambio manuale a 6 marce o DSG a 7 rapporti (combinazione inedita tra i Suv del gruppo Vw). Per chi preferisce la trazione integrale, la scelta è limitata alla motorizzazione 2.0 Tdi in versione con manuale o automatica a doppia frizione; nel corso del 2018 le quattro ruote motrici arriveranno anche in abbinamento al benzina 1.5 Tsi.

Skoda Karoq, prova su strada
La protagonista della nostra prova su strada è la Skoda Karoq 2.0 Tdi 4x4 DSG, in abbinamento all'allestimento Style. Provata sulle strade della Sicilia, la Karoq ha evidenziato come sia stata progettata per garantire un grande comfort in ogni situazione grazie anche alla possibilità di regolare l'assetto tramite il Dynamic Chassis e le varie modalità di guida. E' evidente come la Karoq offra un pacchetto di dotazioni all'altezza delle cugine a marchio Volkswagen, a conferma del grande lavoro fatto su un marchio che fino a poco più di 20 anni fa era sinonimo di auto low cost. Buona l'esperienza in fuoristrada, dove impostando la modalità offroad abbiamo superato ostacoli non certo adatti ad un suv da famiglia. La sicurezza durante la marcia è invece affidata ad diversi dispositivi tra cui Front Assist, Blind Spot Detect e Rear Traffic Alert, Lane Assist, Traffic Jam Assist e riconoscimento della segnaletica stradale. Prezzi da poco meno di 24.000 euro per il 1,0 Tsi, fino ai quasi 34.500 euro per il 2.0 Tdi 4x4 Dsg.

© Riproduzione riservata