Motori24

In casa Cnh il nuovo motore a gas naturale per il lungo raggio

motori

In casa Cnh il nuovo motore a gas naturale per il lungo raggio

Completa la gamma dei motori FPT e punta al trasporto su lunghe distanze. Il Cursor 13 è l’ultimo nato in casa Cnh Industrial. Si tratta del più potente motore sul mercato alimentato al 100% a Gas naturale, con una potenza massima di 460 cavalli,e compatibile con CNG (Gas Naturale Compresso), LNG (Gas Naturale Liquefatto) e con il biometano. Come gli altri motori a Gas Naturale di FPT Industrial, utilizza la combustione stechiometrica per generare la propria potenza, tecnologia scelta dal produttore fin dal 1995.

Il Cursor 13 NG – progetto coperto da due brevetti e ingegnerizzato da FPT – è conforme a Euro VI Step C con un catalizzatore a tre vie senza l’ausilio dell’EGR (exhaust gas recirculation), del SCR (Selective Catalyst Reduction) e del DPF (Diesel Particulate Filter), dunque una soluzione leggera e compatta. Si caratterizza per intervalli di manutenzione più lunghi e fino al 40% di risparmio sul carburante rispetto alla versione Diesel.

Sul fronte delle emissioni inquinanti, registra minori emissioni di CO2, del 9%, a fronte di un azzeramento in caso di utilizzo del biometano, una riduzione del 60% del NOx e del 98% del particolato rispetto ai limiti dell’Euro VI. Gli alti standard di affidabilità, sottolinea il produttore, sono collegati ad alcune caratteristiche tecniche come i collettori di scarico in ghisa Nichel-Resist, il turbocompressore Wastegate raffreddato ad acqua e la testa cilindri in CGI (Compacted Graphite Iron).

Il nuovo motore a gas naturale sarà montato a bordo del nuovo Stralis NP 460, famiglia Iveco, presentato da Cnh Industrial la settimana scorsa a Ulm, in Germania, come «il veicolo pesante a lunga percorrenza più sostenibile di sempre». Un modello che garantisce una autonomia di 1.500 chilometri e che dunque guarda al trasporto su lunghe percorrenze, con una maggiore sostenibilità ambientale ed economica.

Un modello che si è già guadagnato sul capo un ordine da 500 unità da parte di Jost Group, una delle maggiori aziende di trasporto e logistica in Europa con l’obiettivo di convertire al gas naturale liquefatto (LNG) oltre un terzo della sua flotta entro il 2020, investendo in una propria infrastruttura di rifornimento di gas liquefatto (LNG) in Belgio, con tre stazioni di rifornimento.

Il tema infrastrutture resta centrale per il futuro sviluppo delle motorizzazioni a gas naturale. Sul fronte europeo Ngva, associazione a cui aderiscono aziende produttrici e enti a sostegno della diffusione del metano, monitora i passi avanti in tema di rete per i rifornimenti e in particolare sull’applicazione della direttiva europea Dafi. Secondo un report presentato a Torino durante il Tech Day dedicato al nuovo motore FPT, sono 3.291 in Europa le stazioni di distribuzione di gas naturale (allo stato gassono), 101 quelle per il natural gas allo stato liquido.

© Riproduzione riservata