Motori24

Porsche Cayenne, al volante della terza generazione: come è e come…

PRIMO CONTATTO

Porsche Cayenne, al volante della terza generazione: come è e come va

CRETA – La Porsche Cayenne arriva alla terza generazione con un bagaglio di 770mila unità vendute e il merito storico di aver cambiato nel 2002 i destini della casa di Zuffenhausen. La nuova Cayenne è basata sulla piattaforma MLB Evo del gruppo Volkswagen, è lunga 4,92 metri (+6 cm) e ha uno stile più levigato e meno pepato, soprattutto nel frontale. Lo spazio interno è migliorato sia per i passeggeri sia per i bagagli, con un vano che può essere modulato da 770 a 1.710 litri attraverso il divano posteriore 40/20/40 scorrevole per 160 mm, abbattibile e regolabile in inclinazione.

Ergonomia e stile per gli interni sono ispirati alla Panamera. La strumentazione ha il contagiri centrale analogico ed è spalleggiato da due display multifunzione da 7 pollici, la consolle centrale in nero lucido accoglie numerosi comandi a sfioramento mentre il sistema infotelematico online conta su uno schermo touchscreen da 12,3 pollici a comandi vocali semplificati con sensore di prossimità, possibilità di fare il “pinch&swipe” e di specchiare solo dispositivi iOs. C'è una app per interagire a distanza con la vettura ed uno specifica per il fuoristrada, che registra immagini e filmati da condividere o rivedere.

L'impianto audio di punta ha 1.455 Watt e 21 altoparlanti. La navigazione interagisce con il controllo automatico della velocità e ci sono anche la frenata autonoma con riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti, il mantenimento della corsia e il sensore per l'angolo cieco che insieme collaborano per il jam assist. Per la guida notturna, a richiesta sono i fari a matrice di led e il sistema di visione a raggi infrarossi. Molto avanzato il telaio. Le sospensioni a controllo elettronico hanno le molle pneumatiche tricamera che regolano l'altezza tra 162 e 245 mm da terra, le barre antirollio attive elettromeccaniche a 48 Volt e le 4 ruote sterzati. Novità (per la Cayenne) sono gli pneumatici a dimensioni differenziate tra avantreno e retrotreno, novità assoluta (per un Suv) è l'aerodinamica attiva realizzata attraverso lo spoiler posteriore ad inclinazione variabile a seconda della modalità di guida selezionata, del grado d'apertura del tetto apribile e in frenata.

Novità assoluta (in assoluto) è l'impianto frenante con dischi rivestiti in carburo di tungsteno che si riconoscono dalle pinze bianche, sono più potenti e durano in 30% in più rispetto a quelli di ghisa “nudi” inoltre hanno un aspetto più brillante. I motori hanno tutti il cambio automatico a 8 rapporti: V6 3 litri monoturbo da 340 cv, un V6 2.9 da 440 cv e V8 4 litri da 550 cv (286 km/h, 0-100 km/h in 3,9 con il pacchetto Sport Chrono) entrambi biturbo. La nuova Cayenne va però oltre questi numeri sfoderando un comportamento stradale che riesce ad essere ancora più sportivo, ma anche più confortevole, soprattutto a livello acustico. I prezzi partono da 78.030 euro e in arrivo ci sono le versioni ibride plug-in (almeno una), la GTS, la più potente Turbo S e anche il diesel che storicamente vale il 60% delle vendite in Italia.

© Riproduzione riservata