Motori24

Auto, il mercato europeo torna a crescere: +5,9% a ottobre

immatricolazioni

Auto, il mercato europeo torna a crescere: +5,9% a ottobre

Recupera il mercato delle immatricolazioni auto dopo il calo del 2% di settembre e a ottobre, con 1.169.672 immatricolazioni, segna una crescita del 5,9%. Tutti i paesi registrano un mese positivo fatta eccezione per Regno Unito – in terreno negativo dalla primavera scorsa – Finlandia, e Irlanda. Su base annua resta il segno positivo anche se il trend di crescita rallenta rispetto al 2016 (6,5%): le auto immatricolate sono state 12.830.216, il 3,9% in più dello stesso periodo dell’anno scorso.

Secondo il Centro Studi Promotor diretto da Gian Primo Quagliano, ipotizzano che il tasso di sviluppo dei primi dieci mesi si mantenga invariato anche a novembre e dicembre, le immatricolazioni a fine anno supereranno i 15 milioni di vetture, con una distanza di poco più di due punti rispetto al risultato del 2017, prima della crisi economica.

Volkswagen – con una quota di mercato pari a circa un quarto del totale – cresce a ottobre del 4,7% e segna +2,4% nel periodo, con Skoda e Seat in crescita a doppia cifra. Psa, dopo l’acquisizione di Opel, consolida la seconda posizione con oltre 111mila vetture. Renault cresce del 17,6% e del 7,7% su base annua mentre Fiat Chrysler, quarta in Europa sul mercato chiude i dieci mesi a +7,6% ma registra a ottobre soltanto l’1,5% in più di immatricolazioni, con Jeep e Alfa che crescono del 20% mentre il marchio Fiat perde poco più di un punto.

Nuove immatricolazioni di auto per paese nella Ue

Ford cresce del 5,8%, Bmw cala di sette punti ma resta invariata sui dieci mesi mentre Mercedes (Gruppo Daimler) cresce del 7,7%. Continua la “marcia” di Toyota che segna +20,5% – +14,4% sui dieci mesi, al netto di Psa a seguito dell’acquisizione di Opel, è la casa produttrice con le performance più vivaci in Europa, accanto a Suzuki – e di parte delle asiatiche.

Analizzando l’andamento dei cinque maggiori mercati, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna, che registrano il 74% del totale delle immatricolazioni dell’intera area, emerge la performance della Spagna (+13,7% a ottobre) e della della Francia. La Germania, il maggiore mercato dell’Ue, ha registrato un incremento del 3,9% in ottobre e del 2,3% nel periodo, mentre continua la contrazione che ha caratterizzato il mercato delle immatricolazioni del Regno Unito (-12,2% in ottobre e -4,6% da gennaio ad ottobre), che sconta le incertezze indotte dalla Brexit e, soprattutto, la nuova tassazione sulle vetture modulata in base alle emissioni di CO2.

Nuove immatricolazioni di auto per marca nella Ue

© Riproduzione riservata