Motori24

Volvo XC40, la nostra prova del suv compatto svedese

anteprima

Volvo XC40, la nostra prova del suv compatto svedese

Parola d’ordine: funzionalità. Èquesta la prima impressione già dopo pochi chilometri al volante della nuova Volvo XC40. Rivale di modelli premium, soprattutto tedeschi come Audi Q3, Bmw X1 e anche inglesi come Jaguar E-Pace e Range Rover Evoque, l’XC40, è ordinabile e attesa in concessionaria a partire da dicembre. Oltre alla linea tipicamente Made in Volvo, la XC40 presenta una serie di qualità che vanno dall’elevato livello di assistenza alla guida e sistemi di sicurezza, alla cura costruttiva all’altezza delle rivali tedesche e per una possibilità di condivisione mai visto prima nel segmento.

Infatti, grazie all’app Volvo on Care, è possibile creare una sorta di car sharing personale dove l’utilizzatore tramite il suo smartphone può salire a bordo e avviare la vettura senza aver fisicamente la chiave di accensione. Una volta all’interno dell’abitacolo risalta l’attenzione del marchio svedese nel realizzare una vettura funzionale, a partire dal lungo elenco di vani e dal giusto mix tra tasti fisici e facilità del sistema d’intrattenimento Sensus Connect con schermo touch screen. Dal grande monitor a centro plancia a sviluppo verticale da 9 pollici, già visto sui modelli più grandi XC60 e XC90, si naviga in maniera intuitiva tra le funzioni come il navigatore satellitare o le app riprodotte tramite i protocolli Apple CarPlay e Android Auto.

Mentre ci troviamo nel traffico di Barcellona, dove abbiamo guidato la vettura in anteprima, testiamo i sistemi di ausilio alla guida che compongono il cosiddetto Pilot Assist. L’abbinamento tra cruise control adattivo e controllo della carreggiata ci consente di lasciare all’elettronica il totale controllo del mezzo, con l’XC40 che segue il flusso del traffico e si ferma in caso di necessità per poi ripartire senza intervento da parte nostra. Nelle strette vie della capitale catalana apprezziamo la presenza della telecamera a 360 gradi, che ci permette di parcheggiare al centimetro i 4,42 metri di lunghezza del suv urbano svedese aiutati anche dai sistemi di ausilio alla manovra. Fuori città ritroviamo la spirito funzionale della vettura con il giusto mix tra precisione di guida e comfort.

L’XC40 non sorprende per la dimensione del vano di carico ma per alcune soluzioni innovative come il piano del bagaglio che si trasforma in un perfetto porta sacchetti della spesa. Sotto il cofano troviamo la motorizzazione 2.0 diesel quattro cilindri biturbo da 190 cavalli a 4.000 giri e una coppia massima di 400 Nm disponibile tra 1.750 e 2500 giri/min, abbinata al cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale. Sul fronte delle prestazioni dichiarate la versione D4 raggiunge una velocità massima di 210 km/h e accelera da 0 a 100 in 7,9 secondi. In alternativa si può scegliere il benzina T5 Awd 2.0 litri 4 cilindri turbo da 247 cv e 350 Nm, con una velocità massima di 230 km/h, 0 a 100 km/h in 6,5 secondi e un consumo medio di 7,3 litri/100 km. Prezzi da poco meno di 43.500 euro per la D4 Awd, già ordinabile, mentre la D3 partirà da 33mila euro. Inoltre arriva la nuova formula di acquisto Care by Volvo: pagando un canone fisso di 700euro per la D4, senza anticipo, oltre all’utilizzo della vettura per 24 mesi si avranno assicurazione, manutenzione e una serie di servizi aggiuntivi.

© Riproduzione riservata