Motori24

E-Fan X: arriva l'aereo ibrido con motori elettrici e a…

INNOVAZIONE

E-Fan X: arriva l'aereo ibrido con motori elettrici e a reazione per inquinare meno

E-Fan X. In queste poche lettere è racchiuso il futuro dell'aviazione: E come elettrico, fan come ventola ed x come progetto sperimentale. Airbus, Rolls-Royce e Siemens hanno siglato una partneship per creare un aereo ibrido in grado di abbinare la spinta dei classici turbofan a potenti elettroventole alimentate da generatori costituiti da turbine a gas. Se un aereo totalmente elettrico è una chimera tecnologica per i noti limiti di densità delle batterie attuali, l'idea di ibridizzare un aereo di linea ha invece senso e in realtà riprende concetti già visti sulle navi dove, fin dagli anni Trenta, le eliche in molti casi sono attivate da motori elettrici alimentati da generatori diesel prima e nucleari dopo la seconda guerra mondiale o addirittura con turbo-alternatori di derivazione aeronautica.

Le tre multinazionali hanno messo insieme le forze per sviluppare un dimostratore, cioè un aereo di test che come dice il termine dimostra la fattibilità tecnica di un velivolo con quattro motori: due a reazione e due elettrici alimentati da una turbina a gas posta nella carlinga come se fosse una Apu Auxiliary Power Unit (Apu), cioè un generatore simile, ma ben più potente, di quelli che a bordo dei jet fornisco la corrente per i servizi di bordo.
L'obiettivo è ridurre pesi e consumi ed emissioni degli aerei di linea.
Come dimostratore sarà usato un “jumbolino” modificato, cioè un British Aerospace BAe 146 / J, il noto quadrireattore ad ala alta conosciuto anche come Avro RJ.

Secondo Airbus, Rolls-Royce e Siemens questa collaborazione porterà a uno shift tecnologico nell'aeronautica e riunisce i migliori esperti mondiali in materia di tecnologie elettriche e di propulsione presso la Royal Aeronautical Society di Londra. Rolls-Royce sarà responsabile dei motori turbo-albero, del generatore di due megawatt e dell'elettronica di potenza. Insieme ad Airbus, Rolls-Royce lavorerà sull'adattamento dell'elettroventola alle gondole esistenti e al motore elettrico Siemens

Il dimostratore esplorerà le sfide poste dai sistemi di propulsione di grande potenza, quali gli effetti termici, la gestione della spinta elettrica, gli effetti dell'altitudine e della dinamica sui sistemi elettrici e le questioni di compatibilità elettromagnetica.

Il volo tecnologico di propulsione ibrida E-Fan X è previsto per il 2020, dopo una campagna completa di prove, su cui uno dei quattro reattori sarà stato sostituito da un motore elettrico da due megawatt. Verranno inoltre prese delle misure per sostituire la seconda turbina con un motore elettrico, una volta dimostrata la maturità del sistema. Attraverso la loro partecipazione al programma E-Fan X, Airbus, Rolls-Royce e Siemens porteranno la loro vasta esperienza e competenze maturate nei loro rispettivi settori: Airbus sarà responsabile dell'integrazione globale oltre che dell'architettura di controllo del sistema di propulsione ibrido e delle batterie, e della sua integrazione con i comandi di volo.

© Riproduzione riservata