Motori24

Dossier Ritorna Fisker: ecco la EMotion, l'elettrica che sfida la Tesla…

    Dossier | N. 51 articoliSpeciale Ces 2018, così la tecnologia cambia l'automobile

    Ritorna Fisker: ecco la EMotion, l'elettrica che sfida la Tesla Model S

    È già in vendita e si può anche prenotare on-line. Si tratta di un'interessante superar elettrica e dunque una possibile anti-Tesla Model S che sarà in vendita all'inizio del 2019, ma la si può prenotare sin da ora pagando una sorta di “caparra” di 2.000 euro, mentre il prezzo della vettura sarà di 120mila euro. È la EMotion e l'ha realizzata il “geniale” Henrik Fisker, personaggio ben noto del settore automotive che l'ha presentata alla vigilia dell'apertura del Ces di Las Vegas.

    Sono numerose le “chicche” della nuova vettura. Ad esempio, l'autonomia è di 640 km, ma soprattutto per la ricarica alla vettura bastano appena 9 minuti, pari ad un “pieno” di ben 200 km. Merito soprattutto di una super batteria agli ioni di litio da 143 kWh che è stata realizzata in collaborazione con la LG Chem.

    Quanto alle caratteristiche della vettura, va subito segnalata l'apertura a farfalla di tutte e quattro le porte comprese, dunque, quelle posteriori. Per ora, tuttavia, non sono state ancora comunicate le misure dell'abitacolo, ma secondo lo stesso Fisker dovrebbe essere il più spazioso fra le supercar a quattro porte visto che pare possa offrire uno spazio per le gambe dei passeggeri dietro ben superiore a quello di molte berline di lusso oggi in circolazione.

    A proposito di esclusività: gli interni sono rivestiti in pelle mentre i grande schermi utili per controllare tutte le funzioni dell'auto sono montati anche nei posti posteriori, con l'obiettivo di rendere il viaggio più coinvolgente per tutti.

    Ma la grande novità dell'elettrica di Fisker è, come detto, che la EMotion potrà eliminare del tutto l'ansia da autonomia: infatti con la ricarica in appena 9 minuti anche i viaggi non dovrebbero, il condizionale è d'obbligo visto che per il momento manca ancora una controprova, essere più un tabù.

    © Riproduzione riservata