Motori24

Fiat festeggia i 30 anni della Tipo

  • Abbonati
  • Accedi
AUTO ITALIANE

Fiat festeggia i 30 anni della Tipo

Il 26 gennaio 1988 Fiat fa esordire la Tipo, erede della Fiat Ritmo che a sua volta aveva sostituito la Fiat 128. Fin da subito la nuova vettura risultò la scelta ideale per tanti giovani padri di famiglia alla ricerca di un mezzo moderno e al contempo anche prativo da utilizzare elegante. La Fiat Tipo di trent'anni fa era figlia di un progetto innovativo in ogni suo aspetto. Gli ingegneri Fiat, infatti, avevano concepirono un modello capace di offrire un alto livello di guidabilità, di prestazioni, di confort e sicurezza.

La nuova Tipo “brillava” per la precisione costruttiva, grazie a tecnologie produttive per allora innovative e per i materiali che garantivano oltre che affidabilità, anche qualità. Tutte caratteristiche che si ritrovano anche nella Tipo di oggi che si rifà allo spirito dell'antesignana. E' infatti un inedito mix di tecnologia, robustezza e funzionalità che è piaciuta grazie alla sua concretezza. E', infatti, sul podio in Italia tra le vetture più vendute del 2017 e leader del segmento medio col 20,7% di quota, oltre ad essere stata da più di 180.000 automobilisti.

Nel giorno del trentesimo compleanno, ci si può soffermare sui tratti della Fiat Tipo della 1988 che si ritrovano in quella di oggi. Non è infatti un caso che la nuova Fiat Tipo mantenga, con orgoglio, il nome della propria progenitrice della quale condivide lo spirito e il DNA. Parlando di design, ad esempio, la Tipo mostra una linea pulita, ma innovativa e peculiare, ed è best in class per quanto riguarda gli spazi interni: un piacevole “déjà vu” per una comoda funzionalità. La Fiat Tipo del 1988 fu realizzata su una delle prime piattaforme modulari, che anticipava il concetto di famiglia espresso dalla Tipo attuale nelle sue tre declinazioni. Il suo telaio è stato infatti la base sulla quale sono stati sviluppati altri modelli del gruppo, tra i quali la Fiat Tempra, disponibile con una classica carrozzeria a tre volumi e nella declinazione familiare, la Tempra S. W.

Trent'anni dopo, la Fiat Tipo 4 porte, Fiat Tipo 5 porte e Fiat Tipo Station Wagon costituiscono la risposta di Fiat ad una clientela che ha nuovi bisogni e chiede diverse modalità di acquisto. Tutte le declinazioni della Fiat Tipo offrono un'imbattibile “offerta di valore” e si rivolgono a famiglie, coppie e professionisti. Sempre nel pieno spirito Fiat, tutte le declinazioni della famiglia Tipo adottano numerose soluzioni che migliorano la vita di chi le guida e le vive come passeggero.

Lo dimostra la ricca dotazione di serie e il debutto dell'innovativo sistema Uconnect 7” HD LIVE con touch-screen a colori da 7” ad alta risoluzione e schermo capacitivo che permette il “pinch&swipe”, ovvero un utilizzo del tutto simile a quello dei moderni tablet. Anche nel 1988 la Tipo fece parlare di sé per l'innovazione tecnologica grazie a una nota di particolare modernità e funzionalità: la strumentazione digitale elettronica dell'allestimento “Digit”, inserita in un cruscotto dal design specifico integrato nella plancia. La visualizzazione delle versioni “Digit” era digitale, con caratteristiche avanzate sia sul piano funzionale sia sotto l'aspetto ergonomico, con un'ottimale percettibilità dell'informazione.

La Fiat Tipo festeggia dunque un passato memorabile ed è pronta ad affrontare le sfide del futuro, con la consapevolezza e la maturità dei suoi primi trent'anni. È stata sviluppata coinvolgendo un team internazionale dedicato di oltre 2.000 persone per oltre tre anni di lavoro durante i quali sono stati percorsi più di 8,7 milioni di km nelle più estreme condizioni climatiche, stradali e di altitudine, per proporre una famiglia di vetture in vendita in oltre 50 Paesi dell'area Emea.

© Riproduzione riservata