Motori24

Alfa Romeo festeggia alla Mille Miglia 2018

  • Abbonati
  • Accedi
GRANDI EVENTI

Alfa Romeo festeggia alla Mille Miglia 2018

Era il lontano 1o di aprile del 1928 quando Giuseppe Campari e Giulio Ramponi vinsero la seconda edizione della Mille Migla alla guida dell'Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport una delle tante vetture allora fruto del genio di Vittorio Jano che, fra l'altro rese anche famoso in tutto il mondo il sei cilindri con testa fissa e sovralimentata.

Il brand del Biscione che quest'anno è lo sponsor della 36a rievocazione storica della “corsa più bella del mondo”, in programma dal 16 al 19 maggio, con partenza e arrivo anticipati di un giorno, sul percorso Brescia-Roma-Brescia, celebrerà così il 90° anniversario di una delle tante impresa del Biscione con tante iniziative in programma.

Tra le più importanti, la tappa prevista per l'ultimo giorno presso il Museo Storico dell'Alfa Romeo, dove le vetture della Mille Miglia affronteranno prove cronometrate sulla pista. Alla kermesse bresciana prenderanno, poi, parte alcune Alfa Romeo d'epoca, provenienti dalla collezione di FCA Heritage.

A cominciare dalla 6C 1750 Gran Sport realizzata dall'atelier Zagato, il bolide con cui Tazio Nuvolari e Giovanni Battista Guidotti vinsero la competizione bresciana nel 1930, conquistando il record dei 100 kmh di velocità media su tutto il percorso. E ancora la 6C 1500 Super Sport del 1928, carrozzata dagli Stabilimenti Farina e già vincitrice delle edizioni 2005, 2007 e 2008 della rievocazione.

Al via ci saranno anche la 1900 Super Sprint del 1956, carrozzata dalla Touring, la versione “gran turismo” della celebre berlina sportiva, e la 1900 Sport Spider. Disegnata da Bertone e prodotta in soli due esemplari, è dotata del 4 cilindri bialbero a carter secco con 138 cv di potenza, permettendo di raggiungere i 220 kmh. Non mancheranno, infine, 30 esemplari degli ultimi modelli di Alfa Romeio che la Casa ha messo a disposizione dell'organizzazione. Tra cui anche l'ultima arrivata la Stelvio Quadrifoglio.

© Riproduzione riservata