Motori24

Dossier Auto, una primavera ricca di novità

Dossier | N. 39 articoliAuto, tutte le novità di primavera marca per marca

Auto, una primavera ricca di novità

Una vera e propria raffica di nuovi modelli è in arrivo nei prossimi mesi. Molti delle quali anticipati a marzo al Salone di Ginevra. Con un’eccezione, la nuova Ford Focus che verrà svelata il 10 aprile a Londra. La quarta generazione oltre ai gruppi ottici a Led, propone soluzioni estetiche derivate dalla nuova Fiesta e una coda inedita con la scritta Focus sopra la targa, un dettaglio mai adottato prima da Ford. La prima versione della Focus svelata dovrebbe essere la 5 porte a cui si aggiungerà subito dopo la station wagon. La nuova Focus utilizzerà come la Fiesta allestimenti specifici come l’elegante Vignale che si affiancherà alle sportive ST Line e alla Active con dotazione da crossover. La sportiva RS attesa per il 2020 avrà un potenza portata a 400 cc e l’impiego di un sistema mild hybrid da 48V.

Una soluzione tecnica destinata a tamponare il declino inevitabile del diesel, nonostante le difese di ufficio di molti costruttori che continuano a credere nel gasolio, ma fino a quando?

Un altro lancio “cruciale” è quello della nuova Mercedes Classe A, non solo perchè lo stile cambia e di molto rispetto all’attuale, ma soprattutto perchè l’entry level della “stella” porta al debutto un inedito sistema di bordo con due display multifunzionali attivabili a sfioramento e con comandi vocali.

Oltre alla funzione di navigazione è prevista la connessione a Internet e la proprietà di dialogo con auto e infrastrutture circostanti. I motori disponibili al lancio saranno due benzina di 1.400 cc da 163 cv e di 2.000 cc da 224 cv oltre al diesel 1.500 cc da 116 cv. I prezzi partono da poco più di 25.000 euro.

Da una “media” all’altra. Citroën rilancia la berlina-crossover C4 Cactus . Ora vanta con soluzioni come gli ammortizzatori che smorzano meglio le sconnessioni del terreno e sedili più confortevoli. In compenso alcuni dettagli originali come gli Airbump ne escono ridimensionati, mentre aumentano i sistemi tecnologici di aiuto alla guida alla guida. Prezzi a partire da 17mila euro.

Tra le piccole auto in arrivo da segnalare la Suzuki Swift Sport che ha “solo” 140 cv, ma grazie ad un peso ridotto a 965 kg offre prestazioni interessanti ad un prezzo che parte da 21.000 euro. Da segnalare anche la disponibilità della versione quasi crossover della nuova Ford, la Active, che con qualche centimetro in più da terra, diventa più adatta all’impiego anche nel tempo libero e con un look da suv si inserisce nella moda del momento. La trazione è sempre anteriore e i motori non cambiano, mentre i prezzi partono da una base di 16.000 euro. E veniamo a quattro modelli premium destinati a pesare nelle vendite dei rispettivi marchi. La quinta generazione dell’Audi A6 che non cambia molto esteticamente, ma è più tecnologica e leggera oltre a riprendere dall’ammiraglia A8 l’avanzato sistema di assistenza alla guida, mentre i motori tradizionali saranno affiancati da versioni ibridizzate con un alternatore collegato ad una batteria agli ioni di litio. Prezzi da 46.000 euro.

Restando nell’ambito del gruppo Volkswagen è pronto al debutto del super suv firmato Lamborghini, l’Urus: potente come una supercar, solo 3,6 secondi da 0 a 100 km/h e ben 305 km/h di velocità massima, può affrontare anche l’off-road. Basata sulla piattaforma Mlb evo delle grandi sport utility del gruppo Volkswagen (Bentley Bentayga per esempio) è lunga 511 cm e, per avere più agilità, ha il retrotreno sterzante. Prezzi da oltre 200mila euro.

Dopo la nuova X3, anche la variante coupé esce in versione aggiornata. La nuova Bmw X4 adotta, fra l’altro la nuova piattaforma modulare del brand di Monaco che porta numerosi vantaggi in termini tecnologici, ma anche di sicurezza e di sistemi di assistenza alla guida. Solo a trazione integrale, ha sotto al cofano motori con potenza da 184 a 360 cv, tutti abbinati al cambio automatico a otto marce.

I prezzi partono da 55.000 euro. Infine Jeep lancia la nuova Cherokee sottoposta ad un restyling che ne modifica in parte la fisionomia, smussando i tratti più controversi soprattutto nella parte frontale ingentilita da nuovi fari, paraurti e cofano motore. Anche dietro troviamo delle modifiche, ma più contenute. Inoltre all’interno si segnalano il sistema multimediale e la console centrale che sono stati rivisti.

© Riproduzione riservata