Motori24

Condivisione più facile con le chiavi digitali

  • Abbonati
  • Accedi
L’HI-TECH A BORDO

Condivisione più facile con le chiavi digitali

Tecnologia e connettività: sono questi i due assunti alla base della nuova Classe A. Se da un lato abbiamo visto che il sistema Mbux è in grado di rendere più interessante e sicura la vita di bordo introducendo novità ancora inedite anche su modelli di segmenti superiori, dall'altro scopriamo che sono disponibili una serie di servizi che seguono il fil rouge della condivisione e del monitoring dell'auto, argomenti in auge in questo momento.

Tra questi ultimi rientrano i servizi di Mercedes me Connect integrati nel sistema Mbux, con il quale è possibile collegare l'auto al proprio account Mercedes me. Da questo si accede a una serie di servizi tra cui il sistema di navigazione con cartografia Here basato della comunicazione V2X che sfrutta le informazioni rilevati dai sensori e trasmesse tra i veicoli (per esempio una frenata di emergenza o un intervento dell'Esp o messaggi inviati dall'utente) e il tracking del veicolo che facilita la ricerca dell'auto parcheggiata e invia un messaggio nel caso in cui venga urtata o rimorchiata.

Un altro servizio interessante introdotto con questo modello è la possibilità di condividere l'auto con parenti e amici. Forte dell'esperienza del servizio di car sharing Car2Go del Gruppo Daimler attivo ormai nelle maggiori città, attraverso l'applicazione è possibile passare la chiave digitale a un account che lo richiede per un periodo determinato di tempo che termina con la chiusura sempre attraverso l'applicazione. L'auto si apre e si chiude tramite il sistema digitale e il motore viene avviato grazie alla presenza a bordo della seconda chiave.

Si tratta di un servizio circoscritto alla sfera familiare e a quella degli amici più fidati (fino a 25 persone) gratuito per i primi tre anni e poi disponibile
con un canone che costa 244 euro all’anno.

© Riproduzione riservata