Motori24

La carica degli sport utility

  • Abbonati
  • Accedi
Auto

La carica degli sport utility

Ventidue modelli sui cinquanta più venduti nei primi quattro mesi dell'anno sono suv o crossover. Leggendo i dati pubblicati da Unrae relativi alle immatricolazioni si ha l'ennesima conferma di come il segmento degli sport utility vehicle, in tutte le varianti presenti sul mercato, non conosca crisi e continui a regalare soddisfazioni ai costruttori. Se da una parte il segmento delle station wagon ha le carte in regola per conquistare clienti, grazie ai nuovi modelli in arrivo illustrati nel box accanto, la parte del leone è rappresentata dai veicoli a ruote alte come confermato dalle 21.322 Fiat 500X immatricolate da gennaio ad aprile che le assicurano il secondo gradino più alto del podio superata solo da Panda. Proprio FCA occupa le posizioni più alte, con Jeep Renegade e Compass davanti alla concorrenza asiatica e tedesca. Il successo della Compass è legato al design che riprende lo stile della Grand Cherokee ma con dimensioni adatte alle nostre strade, è lunga poco meno di 4.40 metri, ma con uno spazio pensato per le esigenze di una famiglia a partire dalla capacità di carico fino a 1251 litri. Dimensioni simili ma motorizzazione ibrida per la Toyota CH-R, crossover dal design sportivo e dal propulsore condiviso con la Prius. Nonostante lo stile da coupé a bordo si viaggia comodi anche in cinque. Lunghezza uguale al centimetro, 4.36 metri, e stile sportivo per la Bmw X2. Realizzata sulla stessa piattaforma della X1, punta su piacere di guida e prestazioni con la versione più potente accreditata di 231 cavalli. Restando in casa Bmw arriverà a breve la rinnovata X4, sviluppata sulla nuova piattaforma modulare del gruppo di Monaco.

Cambiando radicalmente dimensioni, la Kia Stonic in 4.14 metri abbina un design originale caratterizzato dall'elevata personalizzazione e motori benzina, diesel e Gpl. Stessa dimensione per la Seat Arona, primo suv del gruppo Volkswagen a essere prodotto sulla piattaforma Mqb A0 e dotato di un vano di carico a partire da 400 litri. Ritornando sopra i 4.30 metri la Dacia Duster, arrivata alla seconda generazione, dice addio ai contenuti low cost ma continua ad essere uno dei modelli dal miglior rapporto qualità/prezzo. Disponibile anche con trazione integrale, si è aggiornata in maniera importante sul fronte della sicurezza e del comfort di bordo. In questa carrellata non ci si può dimenticare della Nissan Qashqai, modello nel 2006 inaugurò il segmento dei crossover e oggi continua ad essere fra i primi cinque più venduti in Italia. Restando nella classifica dei primi 50 modelli raggruppati per numero di immatricolazioni, non mancano modelli prestazionali tra cui l'Alfa Romeo Stelvio o mezzi compatti dal Dna premium rappresentati dall'Audi Q2. Tornando nella parte alta della classifica la Volkswagen Tiguan rappresenta un successo continuo per il marchio di Wolfsburg. Il segreto di questo risultato? Dimensioni entro i 4.50 metri, spazio interno al vertice della categoria e dotazione completa sul fronte della connettività e dei sistemi di ausilio alla guida. Per chi invece cerca linee da suv e massime prestazioni spiccano la nuova Porsche Cayenne, disponibile anche ibrida, e la supercar a ruote alte Lamborghini Urus capace di superare i 300 km/h di velocità massima.

Passando alle modelli in arrivo, oltre alla ancora non confermata ma molto probabile “baby” Jeep su base Fiat Panda, le novità andranno dalla novità compatta Volkswagen T-Cross fino ai maxi suv come Audi Q8. Sempre dalla marca dei quattro anelli arriverà entro la fine dell'anno la E-Tron elettrica, mentre per la Kia Niro Ev con autonomia fino a 450 km si dovrà attendere il 2019 per vederla su strada dopo il debutto a ottobre al Salone di Parigi.

© Riproduzione riservata