Motori24

Sempre connessa guida quasi da sola

  • Abbonati
  • Accedi
l’hitech a bordo

Sempre connessa guida quasi da sola

La nuova Audi A6 diventa un vero e proprio “ufficio mobile”, grazie ad un abitacolo sempre connesso e ad una serie di dotazioni in grado di facilitare la vita di chi soprattutto usa l’auto per lavoro. Il sistema d’Infotainment Mib2, come su A8 e A7 Sportback, dice addio ai tasti fisici per lasciare spazio a due schermi touch con comandi tattili.

Una volta presa confidenza con il sistema, le operazioni sono intuitive e il livello di personalizzazione permette di crearsi un profilo su misura. Il sistema di navigazione Mmi plus porta in dote l’Audi virtual cockpit, il cui display ad alta risoluzione misura 12,3 pollici. A integrazione di queste tecnologie vi è l’head-up display che proietta sul parabrezza, nel campo visivo del conducente, informazioni rilevanti per la guida. Tra le novità arriva il comando vocale online grazie al quale è possibile gestire molteplici funzioni vettura, ad esempio la climatizzazione, affidandosi ai comandi pronunciati con voce naturale. La chiave Audi connect consente lo sbloccaggio, il bloccaggio e l’avviamento del motore con uno smartphone dotato di sistema operativo Android Android tramite, Near Field Communication (Nfc), mentre la connessione con Apple CarPlay è disponibile anche senza collegamento tramite cavo. E questo è un indubbio punto a favore. Passando ai sistemi di sicurezza alla guida, gestiti dalla ormai nota centralina zFas, alias «Zentrale Fahrerassistenzsteuergerät» che è di fatto il cuore logico dell’impianto Pilotetd Driving di Audi che abilità guida autonoma fino al livello due (dei 5 stabiliti dalla Sae, l’associazione mondiale degli ingegneri dell’automobile).

Oltre all’utile Traffic Jam Assist arriva il nuovo sistema di assistenza agli incroci e l’emergency assist che in caso di emergenza frena l’autovettura sino all’arresto e avvia una chiamata di soccorso.

© Riproduzione riservata