Motori24

Seat Ibiza, la quarta generazione strizza l'occhio ai giovani: la…

  • Abbonati
  • Accedi
TEST DRIVE

Seat Ibiza, la quarta generazione strizza l'occhio ai giovani: la nostra «recensione»

Ha il nome di un'isola dove il divertimento è di casa, è solo una coincidenza? Non proprio. La quinta generazione di Seat Ibiza è anche piacevole da guidare, l'abbiamo provata in diversi contesti con il 1.0 EcoTsi da 115 cavalli.

Abitabilità ed equipaggiamenti
È la prima auto del Gruppo Volkswagen ad adottare il pianale modulare Mqb A0 (Modular Quer Baukasten), lo stesso poi utilizzato su Polo. Le dimensioni sono compatte, lunga 4.059 mm , larga 1.780 mm e con un passo di 2.564 mm che permette una buona abitabilità anche per i passeggeri posteriori. Il bagaglio ha una capacità di 355 litri con una soglia di carico alta.

A livello estetico, l'allestimento Fr si caratterizza per il doppio terminale di scarico, i fari fendinebbia con cornice nera, il logo Fr sulla griglia frontale e il portellone posteriore, gli specchietti esterni con calotte nero brillante, i paraurti sportivi e i vetri posteriori oscurati. E per esagerare ancora un po' nello stile, abbiamo scelto i cerchi da 18 pollici, di serie sono da 17.
Negli interni, invece, è riconoscibile dai sedili sportivi in tessuto, dal volante sportivo in pelle con inveri neri e le cintura di sicurezza con bordi rossi.
I materiali degli interni sono un po' di bassa qualità, troppa plastica in evidenza. Mentre dal punto di vista degli equipaggiamenti, troviamo lo schermo capacitivo da 8 pollici compatibile con Android Auto, Apple Car Play e Mirror Link. Nella versione provata mancava il navigatore, ma grazie alla connettività smartphone, non lo consideriamo un limite, anzi. Come optional sono disponibili anche il Connectivity Box e il caricatore wireless per smartphone.

Sistemi di assistenza alla guida e motore
Per una guida sicura, Ibiza dispone del Cruise Control così anche in autostrada si viaggia un po' più rilassati.
La “nostra” Fr monta un tre cilindri 1.0 benzina da 115 cavalli abbinato al cambio manuale a sei rapporti. La velocità massima è di 195 km/h e ha uno spunto 0-100 km/h in 9.3 secondi.
In partenza è abbastanza rumorosa, ricordiamo che è un tre cilindri. Ma questo passa in secondo piano quando si raggiunge una strada collinare perché l'animo sportivo si fa sentire. Pensate che un 1.0 da 115 cavalli con una massa di 1.164 kg sia low profile nella sportività? Beh, forse ma non su Ibiza. La tenuta è molto buona grazie ai cerchi da 18 pollici e al telaio che con la sua rigidità torsionale riesce a dare il giusto equilibrio nonostante il leggero rollio e alle sospensioni sportive (di serie per l'allestimento Fr). Tenendo marce basse si ha subito la coppia massima di 200 Nm disponibile tra i 2.000 e i 3.500 giri. I freni sono adatti alle prestazioni dell'auto, con diametro da 276 nell'anteriore e 239 nel posteriore.
Il consumo resta ridotto, nel misto abbiamo riscontrato 4.7 litri/100 km.
Anche di notte la visibilità è ottima grazie ai fari Full Led, disponibili a richiesta.
Nel complesso è un'auto giovane e piacevole da guidare, l'unica cosa è che negli equipaggiamenti ci sono alcuni ossimori, come l'adozione della ricarica wireless e i vetri posteriori con la manovella. Forse una strategia per contenere il prezzo? Il listino in questa configurazione è di circa 21.000 euro.

© Riproduzione riservata