Motori24

Jaguar Land Rover, ecco come saranno i futuri modelli

  • Abbonati
  • Accedi
MADE IN ENGLAND

Jaguar Land Rover, ecco come saranno i futuri modelli

Il Gruppo Jaguar e Land Rover ha programmato un massiccio programma di investimenti in nuovi modelli per espandere la propria gamma con quattro nuovi completamente modelli e di lanciare ben 99 fra nuove varianti o sostituzioni di modelli già in gamma entro il 2024.

Dopo la I-Pace, il Gruppo inglese di proprietà indiana presenterà il nuovo Defender e aseguire un lussuoso suv di gamma alta la Jaguar J-Pace, più il primo modello elettrico nei 70 anni di vita di Land Rover che si potrebbe chiamare Road Rover: si tratterà di un crossover più simile ad una berlina che ad un fuoristrada anche per distinguersi dalla I-Pace.

Ma il primo modello della nuova gamma Ranger Rover sarà la nuova Evoque che sarà offerta anche in versione ibrida plug-in. La nuova Evoque si baserà sulla piattaforma in alluminio del Gruppo JLR nota come MLA (Modelar Longitudinal Architecture). La nuova architettura destinata a modelli a trazione posteriore o integrale consentirà ai futuri veicoli del Gruppo inglese di disporre non solo di motori mild-hybrid benzina e diesel, ma anche con tecnologia ibrida plug-in oltre che di una variante elettrica pura.

JLR sta, inoltre, affrontando il problema dell'inquinamento del diesel con una nuova generazione di motori a gasolio Ingenium in grado di convertire fino al 98% delle emissioni di NOx in gas innocui, risultando così più puliti di quanto non richiedano le nuove norme future in tema di inquinamento. Tutti i nuovi modelli diesel saranno alimentati da motori a tre o a sei cilindri. I turbocompressori saranno alimentati elettricamente per migliorano sia l'economia di utilizzo sia la risposta dell'acceleratore. I motori V8, invece, saranno abbondonati e sostituiti dalle versioni ad alte prestazioni del nuovo sei cilindri Ingenium.

Il top management del Guppo JLR ha poi pianificato uno sforzo significativo per quanto riguarda la connettività a bordo. Tutti i futuri veicoli del Gruppo inglese saranno connessi al web 24 ore su 24, 7 giorni su 7, consentendo il download automatico del software aggiornato del motore e il conseguente monitoraggio delle prestazioni della vettura da parte di JLR con l'invio di informazioni ai proprietari in caso di manutenzione non programmata.
Il primo di questi modelli più puliti del Gruppo JLR sarà proprio la seconda generazione dell'Evoque che sarà in vendita all'inizio del 2019 dopo essere stato svelata al Salone dell'auto di Los Angeles in novembre.

© Riproduzione riservata