House Ad
House Ad
 

Norme e Tributi In primo piano

Il «placement» nelle università evita Ires e Iva

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 agosto 2010 alle ore 08:01.


Rientrano nel reddito d'impresa e sono assoggettati a Iva i corrispettivi percepiti per le attività di promozione e sostegno di percorsi formativi di giovani laureati, non occupati, per l'acquisizione di competenze nel trasferimento di tecnologie e prodotti della ricerca verso imprese che intendono perseguire programmi di innovazione o di giovani laureati e ricercatori che intendono avviare spin-off, utilizzando il patrimonio di conoscenze e applicazioni derivanti dalla ricerca. Sono esclusi da Ires e Iva, invece, i contributi erogati alle università finalizzati a promozione e sviluppo dei servizi di placement universitario o alla sperimentazione di percorsi assistiti di accompagnamento al lavoro di giovani laureati, promozione e sostegno di tirocini formativi. Sono questi i chiarimenti forniti dall'agenzia delle Entrate con la risoluzione 5 agosto 2010, n. 79/E.
In generale, non rientra nell'attività commerciale e quindi non produce reddito d'impresa «l'esercizio di funzioni statali da parte di enti pubblici» (articolo 74, comma 2, lettera a del Tuir), tra le quali rientrano le attività didattiche e di ricerca scientifica svolte dalle università statali. Queste ultime, quindi, non assoggettano a Ires le suddette attività, mentre sono tassati a Ires i redditi derivanti dalle attività svolte in regime di diritto privato, anche se connesse all'esercizio di funzioni statali (esempio, redditi derivanti da aziende agrarie, da attività svolte sulla base di rapporti convenzionali o contrattuali; risoluzione n. 37 del 2 maggio 1994, parere del Consiglio di Stato 6 novembre 1991, n. 1316/1988).
Secondo la risoluzione di ieri dell'agenzia delle Entrate, le attività dell'università finalizzate all'incremento di occupazione e occupabilità, relative a promozione e sviluppo dei servizi di placement universitario ovvero alla sperimentazione di percorsi assistiti di accompagnamento al lavoro di giovani laureati, promozione e sostegno di tirocini formativi (riconducibili a quelli del decreto ministeriale 142/1998), costituiscono un'attività istituzionale dell'università. Le somme percepite, quindi, non rientrano nel reddito d'impresa e non sono assoggettate a Ires. Di conseguenza, non sono neanche assoggettate, dall'erogante, alla ritenuta d'acconto del 4 per cento. In questo ambito, i contributi erogati all'ateneo sono esclusi da Iva, mancando presupposto oggettivo (articolo 3, Dpr 633/1972) e soggettivo (articolo 4, Dpr 633/1972). Sono imponibili a Ires e rilevanti ai fini Iva, invece, i corrispettivi percepiti dalle attività di promozione e sostegno di percorsi formativi di giovani laureati non occupati per l'acquisizione di competenze nel trasferimento di tecnologie e prodotti della ricerca verso imprese, che intendono perseguire programmi di innovazione ovvero di giovani laureati e ricercatori che intendono avviare spin-off, usando conoscenze e applicazioni derivanti dalla ricerca.

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Agenzia Entrate | Iva

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il quadro


Le funzioni istituzionali
Le attività formative utili per l'inserimento nel mondo del lavoro o per agevolare le scelte professionali, come i tirocini formativi e di orientamento, sono funzioni istituzionali degli atenei (nota 19 aprile 2010 del ministero dell'Istruzione)
L'intermediazione
Le Università sono autorizzate allo svolgimento dell'attività di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro, a patto che sia realizzata senza finalità di lucro (articolo 6 del Dlgs 276/2003)
L'attività di placement
L'attività di placement è ricompresa tra le funzioni istituzionali degli atenei (nota 19 aprile 2010 del ministero dell'Istruzione)

Shopping24

Da non perdere

Economia Usa a stelle e (7) rischi

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Usa e per quella globale, inevitabilmente

Senza Pedemontana le imprese frenano

Se ne parla da vent'anni e ancora non c'è. L'Expo 2015 sembrava l'occasione buona per arrivare in

Lettere

I mutui latitano ma le banche abbiano più coraggio Mi chiamo Andrea Bucci, sono un giovane

Il posto italiano sul treno cinese

Dapprima le cattive notizie: l'anno appena trascorso è stato, per gli italiani, il peggiore del

Grillo è tornato e vuole contendere l'elettorato a Berlusconi

Una mossa a effetto di Beppe Grillo era attesa come inevitabile ormai da qualche settimana. Da

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da