House Ad
House Ad
 

Norme e Tributi Fisco

Il fisco «apre» sull'Irap

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 febbraio 2011 alle ore 06:41.

Anche chi non ha predisposto la documentazione per l'esonero dalle sanzioni, derivanti dalle rettifiche dei prezzi di trasferimento intercompany, deve indicare nel modello Unico 2011 i costi e i ricavi complessivi di queste operazioni. La versione definitiva della dichiarazione dei redditi delle società di persone (Unico SP 2011), pubblicata ieri nel sito delle Entrate, conferma la volontà di ottenere un quando completo dei soggetti che effettuano cessioni o acquisti infragruppo, a prescindere dalla predisposizione della documentazione, che, in caso di rettifica dei prezzi, esonera dalle sanzioni.

Ieri è stato pubblicato anche il modello Irap 2011, nel quale, anche a seguito delle recenti sentenze della Cassazione (21122, 21123 e 21124, del 2010) è stata riconosciuta l'esclusione dall'Irap dei "piccoli imprenditori" (ad esempio, i coltivatori diretti, i tassisti, gli addetti alla raccolta e al trasporto di rifiuti speciali), se sono privi di un'autonoma organizzazione. Nelle istruzioni, a commento del quadro IQ, riservato agli imprenditori individuali, oltre che ai professionisti, non è più indicata, rispetto allo scorso anno, la precisazione che le attività produttive di «reddito d'impresa, (come, ad esempio, quella di promotore finanziario) sono sempre caratterizzate dal requisito della autonoma organizzazione in quanto quest'ultimo è connaturato alla nozione di impresa».

Relativamente ai prezzi di trasferimento nelle operazioni infragruppo, la società può decidere di accedere al regime di esonero dalle sanzioni per il 2010 (articolo 1, comma 2, decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471), se barra la casella "Possesso documentazione", presente nel rigo RS44, denominato Prezzi di trasferimento", del modello Unico SP 2011. I costi e i ricavi derivanti da operazioni con società non residenti in Italia, «che direttamente o indirettamente controllano l'impresa» (casella A, rigo RS44), «ne sono controllate» (casella B, rigo RS44) o «sono controllate dalla stessa società che controlla l'impresa» (casella C, rigo RS44), devono essere «valutati in base al valore normale dei beni ceduti, dei servizi prestati e dei beni e servizi ricevuti», nel caso in cui, da questa valutazione, ne derivi un aumento di reddito (articolo 110, comma 7, Tuir).

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Agenzia Entrate | Corte di Cassazione | Fisco | Italia | Tremonti

 

Questa rettifica dei prezzi di trasferimento, oltre a generare un maggior reddito, con aumento dell'imposta o una diminuzione del credito, comporta l'applicazione della sanzione dal 100 al 200% della maggiore imposta dovuta (articolo 1, comma 2, decreto legislativo n. 471/97). Dal 31 maggio 2010, queste sanzioni non si applicano se, nel corso della verifica o di altra attività istruttoria, il contribuente consegna all'Amministrazione finanziaria la documentazione «idonea a consentire il riscontro della conformità al valore normale dei prezzi di trasferimento praticati nel 2010» (provvedimento 29 settembre 2010) e se comunica di detenere questa documentazione per il 2010, barrando la casella presente nel rigo RS44 del modello Unico SP 2011. In caso contrario, si applicano le sanzioni.

Oltre a questo nuovo adempimento opzionale, Unico SP 2011 richiede che anche chi non predisporrà la documentazione e conseguentemente non barrerà la suddetta casella, dovrà indicare nelle colonne 5 e 6 del rigo RS44 rispettivamente i componenti positivi e negativi di reddito derivanti dalle operazioni infragruppo, previste dall'articolo 110, comma 7, Tuir.

Per l'incentivo relativo alla Tremonti tessile è stato introdotto il rigo RS42, mentre la variazione in diminuzione per determinare il reddito d'impresa va inserita nel rigo RF46, colonna 6. Per accedere all'agevolazione si doveva inviare dal 1° dicembre 2010 e al 20 gennaio 2011 il modello telematico CRT, contenente i dati dell'investimento effettuato e il bonus fiscale richiesto. Le Entrate notificheranno in seguito al contribuente la percentuale del beneficio spettante, in base alla ripartizione delle risorse disponibili.

Sia nel modello Unico SP 2011 che Irap 2011, da quest'anno devono essere tassate le plusvalenze da cessione del 2010 dei metalli preziosi, per i quali è stata applicata l'imposta sostitutiva sulle plusvalenze da valutazione alla fine del 2009 (articolo 14, comma 1, decreto legge n. 78/2009).

Le principali novità
01|MODELLO IRAP 2011
Le istruzioni prendono atto che anche i piccoli imprenditori possono non essere organizzati autonomamente e quindi non pagano l'Irap
02|ALIQUOTE IRAP
Non applicano l'aliquota Irap ordinaria del 3,9% la Calabria, la Campania, il Lazio e il Molise (4,97%), l'Abruzzo, la Puglia e la Sicilia (4,82%) e le Marche (4,73%)
03|TRANSFER PRICE
Anche se non si desidera beneficiare dell'esonero delle sanzioni in caso di rettifica dei prezzi di trasferimento nelle operazioni infragruppo (non predisponendo la documentazione prevista dal provvedimento 29 settembre 2010 e non barrando la casella del rigo RS44 del modello Unico SP 2011), si devono indicare nelle colonne 5 e 6 del rigo RS44, rispettivamente, i componenti positivi e negativi di reddito derivanti dalle operazioni infragruppo, previste dall'articolo 110, comma 7, Tuir
04|TREMONTI TESSILE
L'incentivo fiscale relativo alla Tremonti tessile va riportato nel rigo RS42
05|METALLI PREZIOSI
Le plusvalenze da cessioni del 2010 dei metalli preziosi, per i quali è stata applicata l'imposta sostitutiva sulle plusvalenze da valutazione alla fine del 2009 (articolo 14, comma 1, decreto legge n. 78/2009) devono essere tassate sia nel modello Unico SP 2011 che in Irap 2011
06|CFC E INTERPELLO
Dal 2010 per evitare la tassazione per trasparenza dei redditi delle Cfc localizzate in uno Stato black-list (decreto ministeriale 21 novembre 2001), è necessario dimostrare, previa presentazione di istanza di interpello e alternativamente, che: il soggetto estero svolge svolga un'effettiva attività industriale o commerciale, come sua principale attività, nel mercato dello stato o territorio di insediamento; dalle partecipazioni non si consegue l'effetto di localizzare i redditi in Stati black-list
07|CFC E NON BLACK-LIST
Dal 2010, la normativa sulle Cfc si applica anche se i controllati sono localizzati in Stati non black-list, se contemporaneamente: sono assoggettati a tassazione effettiva inferiore a più del 50% di quella a cui sarebbero stati soggetti se residenti in Italia; hanno conseguito proventi derivanti per più del 50% da attività finanziarie o relative a diritti immateriali su proprietà industriali o letterarie o da servizi infragruppo.
L'estensione non si applica se viene dimostrato, con interpello, che l'insediamento all'estero non è una costruzione artificiosa volta a conseguire un indebito vantaggio fiscale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shopping24

Da non perdere

Economia Usa a stelle e (7) rischi

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Usa e per quella globale, inevitabilmente

Senza Pedemontana le imprese frenano

Se ne parla da vent'anni e ancora non c'è. L'Expo 2015 sembrava l'occasione buona per arrivare in

Lettere

I mutui latitano ma le banche abbiano più coraggio Mi chiamo Andrea Bucci, sono un giovane

Il posto italiano sul treno cinese

Dapprima le cattive notizie: l'anno appena trascorso è stato, per gli italiani, il peggiore del

Grillo è tornato e vuole contendere l'elettorato a Berlusconi

Una mossa a effetto di Beppe Grillo era attesa come inevitabile ormai da qualche settimana. Da

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Sci, Gigante Soelden: Fenninger-Shiffrin, vittoria a pari merito

La Coppa del Mondo di sci alpino riparte con l'incredibile vittoria a pari merito di Anna

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da