Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 settembre 2012 alle ore 06:41.

My24
Chi paga le spese extra per i figli (Corbis)Chi paga le spese extra per i figli (Corbis)

Le sentenze di separazione e di divorzio stabiliscono, molto spesso, che il genitore non collocatario dei figli deve contribuire al loro mantenimento, oltre che con un assegno mensile, anche coprendo il 50% delle spese straordinarie mediche, scolastiche, sportive e di svago. Ma quali sono queste "spese straordinarie", che si aggiungono al consueto versamento mensile?

Le pronunce
Leggi tutti i casi quando la spesa è straordinaria
Leggi tutti i casi quando la spesa e ordinaria

I principi generali
Sulla distinzione tra spese straordinarie e non straordinarie mancano chiare indicazioni di legge. Tanto che sul punto si scatenano spesso le liti tra i genitori: questo perché sovente accade che il genitore convivente con il figlio anticipi le somme per coprire una spesa per il minore e poi chieda all'altro genitore il rimborso al 50 per cento. Per porre alcuni "paletti" e capire quali sono le spese per i figli coperte dall'assegno mensile di mantenimento e quali sono le spese che, invece, richiedono un'integrazione ulteriore e legittimano le richieste di rimborso occorre rifarsi alle pronunce dei giudici.
La Corte di cassazione, con tre pronunce, ha chiarito che cosa si deve intendere per spese straordinarie. Si tratta delle spese che conseguono a eventi eccezionali della vita dei figli, con particolare riferimento alla loro salute (Cassazione 19 luglio 1999 n. 7672); ovvero delle spese che servono per soddisfare le esigenze saltuarie (vale a dire non continuativa) e imprevedibili dei figli (Cassazione 13 marzo 2009 n. 6201); infine, sono straordinarie le spese che, per la loro rilevanza, la loro imprevedibilità e la loro imponderabilità, esulano dall'ordinario regime di vita dei figli, considerato, anche, il contesto socio-economico in cui sono inseriti (Cassazione 8 giugno 2012 n. 9372).

Di conseguenza, nell'importo dell'assegno mensile di mantenimento devono rientrare le spese che riguardano esigenze attuali e prevedibili dei figli, anche se considerate nell'arco di un anno: per esempio, le spese relative alla frequenza scolastica (acquisto dei libri di testo, del materiale di cancelleria, delle tasse scolastiche, dei quaderni, dell'abbigliamento per fare sport a scuola e della quota di iscrizione alle gite scolastiche) sono prevedibili, essendo obbligatorio, e non straordinario, che i figli frequentino la scuola. Al contrario, le spese straordinarie coprono le esigenze saltuarie e imprevedibili dei figli, cioè che non rientrano nella loro consuetudine di vita e non sono quantificabili a priori dal giudice: per esempio, sono straordinarie le spese per un accertamento diagnostico, per un intervento chirurgico, per un ciclo di sedute di fisioterapia a seguito di un incidente stradale, per gli occhiali da vista, o le spese per le lezioni private di matematica, diventate necessarie per il cattivo rendimento.

Shopping24

Dai nostri archivi