Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 gennaio 2014 alle ore 15:13.
L'ultima modifica è del 13 gennaio 2014 alle ore 15:38.

My24

Confermata la scadenza del 24 gennaio per pagare la mini-Imu, occorre attrezzarsi per adempiere. Le modalità di pagamento sono quelle ordinarie Imu, quindi modello di pagamento F24 o bollettino postale.

Nel modello F24 va compilata la «Sezione Imu e altri tributi locali» e nello spazio «Codice ente/codice Comune» va inserito il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili. In alternativa, si può utilizzare il bollettino postale approvato col Dm Economia del 23 novembre 2012. Il modello di bollettino di conto corrente postale riporta obbligatoriamente il numero di conto corrente 1008857615, valido per tutto il territorio nazionale. Su tale conto non sono ammessi versamenti tramite bonifico.

Particolare attenzione dovrà essere prestata al codice tributo, perché le fattispecie per le quali bisogna pagare la mini-Imu sono diverse e coincidono con quelle esonerate dal pagamento del saldo 2013: abitazione principale, abitazioni assegnate dalle cooperative a proprietà indivisa, abitazioni degli Iacp, ex casa coniugale assegnata dal giudice della separazione, abitazioni del personale del comparto sicurezza, terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, purché iscritti nella previdenza agricola.

Unico caso di fattispecie esonerata dal saldo 2013 e non tenuta comunque a versare la mini-Imu è quello dei fabbricati rurali strumentali, per i quali era preclusa la possibilità di elevare l'aliquota di base fissata direttamente dalla legge (il 2 per mille).

Oltre ai casi direttamente individuati dalla legge la mini-Imu sarà pagata anche dalle unità immobiliari eventualmente assimilate dal Comune all'abitazione principale. Si tratta dell'abitazione posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, dell'abitazione concessa in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado e, infine, dell'abitazione posseduta dai cittadini italiani residenti all'estero.
Per i residenti all'estero, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il modello F24 per il versamento Imu dall'estero, occorrerà seguire le indicazioni fornite dal ministero dell'Economia nel comunicato del 31 maggio 2012. In particolare, i contribuenti esteri dovranno contattare direttamente il Comune per ottenere le relative istruzioni ed il codice Iban del conto sul quale accreditare l'imposta dovuta.

Dalle casistiche richiamate emerge chiaramente che il gettito della mini-Imu è destinato esclusivamente al Comune, e quindi occorrerà utilizzare i codici tributi appropriati. Per le abitazioni principali il codice 3912, per i terreni agricoli il codice 3914 e così via.

DOCUMENTI / Il calcolo della Mini Imu »

Commenta la notizia

TAG: Fisco

Shopping24

Dai nostri archivi