Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 marzo 2014 alle ore 07:40.
L'ultima modifica è del 28 marzo 2014 alle ore 23:17.

My24

Si recava alle visite mediche di controllo in motocarrozzetta, sostenendo di avere una grave malattia invalidante agli arti inferiori, ma una volta a casa non esitava a dedicarsi senza difficoltà alla cura del giardino condominiale e alle altre faccende quotidiane. La guardia di finanza di Bra, in provincia di Cuneo, ha scoperto un falso invalido. Da nove anni percepiva la pensione d'inabilità e l'indennità di accompagnamento. È stato denunciato per truffa aggravata ai danni dell'Inps.

Attraverso appostamenti, pedinamenti, riprese video e fotografiche, la Guardia di finanza ha documentato lo svolgimento delle normali attività quotidiane - senza difficoltà e con il ricorso ad alcun ausilio - da parte del falso invalido.
All'esito della perquisizione domiciliare, i finanzieri hanno inoltre rinvenuto e sequestrato materiale video-fotografico che ritrae il falso invalido accompagnare la figlia all'altare, dove aver salito senza difficoltà lo scalone d'ingresso della chiesa. Al matrimonio del figlio, invece, lo si vede in un video ballare con disinvoltura con la propria moglie.

Al falso invalido, un italiano residente a Bra, le fiamme gialle contestano indebite percezioni per oltre 180 mila euro.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi