Norme & Tributi

Aliquote Tasi e Imu decise in un Comune su quattro

fisco

Aliquote Tasi e Imu decise in un Comune su quattro

Sono 1.937 le delibere pubblicate finora dal ministero dell'Economia con le aliquote decise dai Comuni per Tasi e Imu (e per le varianti del Trentino e dell'Alto Adige), ma è presto per fare consuntivi dal momento che il quadro di finanza locale è ancora incerto e i Comuni hanno tempo fino al 30 luglio per decidere i livelli del Fisco immobiliare.

Anche quest'anno, insomma, il conto totale sarà definito quando i proprietari (e gli inquilini, quando il Comune decide di applicare la Tasi anche a loro) avranno già pagato gli acconti del 2015. Per la prima rata, infatti, i termini scadono il 16 giugno e, come sempre accade nelle imposte locali sugli immobili, gli importi da versare saranno pari al 50% di quanto chiesto dalle aliquote dell'anno prima.

I conti più impegnativi, insomma, si faranno a dicembre, come mostra un censimento diffuso da Confedilizia secondo cui solo 31 capoluoghi italiani hanno approvato le nuove aliquote Tasi, ma solo in 10 le hanno cambiate rispetto allo scorso anno:  si tratta di piccoli ritocchi al ribasso (come a Barletta, dove l'aliquota sull'abitazione principale passa dal 3,3 al 2,7 per mille, o a Mantova dal 2,4 al 2,2) o al rialzo (a Modena si passa dal 3,1 al 3,3, a Sondrio dal 2,1 al 2,5 per mille). Solo tre città hanno rivisto l'Imu.

Già per la scadenza di giugno, però, sono molti i proprietari che dovranno rimettere mano alla calcolatrice: tutti coloro per i quali la situazione immobiliare è cambiata, infatti, dovranno applicare le aliquote 2014 alle loro proprietà di quest'anno, e una chance in più è offerta nei Comuni che avessero già deciso aliquote più leggere rispetto a quelle dello scorso anno: se l'aliquota è più bassa, infatti, i contribuenti possono già applicarla per l'acconto, per evitare di “anticipare” una fetta dell'imposta da conguagliare a dicembre.
Per aiutare i contribuenti Il Sole 24 Ore, in collaborazione con Anutel (associazione nazionale degli uffici tributi degli enti locali) torna a proporre ai propri lettori, sul sito www.ilsole24ore.com, il calcolatore Imu-Tasi: inserendo i propri dati, il calcolatore restituisce l'imposta da pagare e il modello stampabile con cui effettuare il versamento. All'interno del calcolatore i contribuenti potranno trovare soluzione anche ai casi più complessi, a partire da quelli relativi all'Imu sui terreni agricoli che ha visto cambiare le proprie regole per tre volte nel giro di poche settimane.

© Riproduzione riservata