Norme & Tributi

Mettiti alla prova su ciò che sai (o non sai) sul canone Rai in…

TASSA TV

Mettiti alla prova su ciò che sai (o non sai) sul canone Rai in bolletta elettrica

In luglio tutti i contribuenti titolari di utenza elettrica riceveranno con la bolletta la prima maxi rata del canone, che dovrebbe essere di circa 70 euro. Naturalmente non verrà coinvolto chi (circa 817mila persone secondo le Entrate) ha attestato di essere sì titolare di utenza elettrica ma di non dover pagare perché il canone è già a carico di altri familiari.
La circolare, infatti, indica come «utenze residenziali», quelle cioè obbligate al pagamento, quelle che in bolletta hanno la sigla D1, D2 o D3 (queste ultime solo se effettivamente residenziali in base all'allineamento fatto con i dati dell'Anagrafe tributaria).

Quando allo stesso codice fiscale sono abbinate più utenze classificate in bolletta come residenziali o «altri clienti domestici» (come può accadere se, al momento del contratto, ci si è dimenticati di comunicare che si trattava di seconda casa), l'Agenzia assicura che il canone verrà addebitato su una sola fornitura, quella per la quale risulta la residenza all'Anagrafe tributaria (se risultano ambedue le tipologie) o quella di attivazione più recente (se risultano solo «altri clienti domestici»).

Per la prima applicazione del sistema, comunque, saranno addebitate in bolletta le rate di canone relativamente a utenze attive alla data del 1° luglio 2016.

Il Sole 24 Ore propone un quiz in 12 domande per testare la conoscenza delle novità sul pagamento del canone Rai. Così potrete scoprire se siete molto esperti, se siete già preparati o se avete bisogno di approfondire meglio.

© Riproduzione riservata