Norme & Tributi

Telefisco 2017, è possibile registrarsi online

l’iniziativa del sole 24 ore

Telefisco 2017, è possibile registrarsi online

Dal 12 gennaio è possibile registrarsi online per partecipare a Telefisco 2017, il convegno dell’Esperto risponde in programma il prossimo 2 febbraio. Dalla rottamazione delle cartelle alle comunicazioni Iva, dalla nuova Iri alla voluntary, gli esperti del Sole 24 Ore affronteranno le principali novità fiscali con il supporto dei chiarimenti delle Entrate. La registrazione consentirà innanzitutto di scegliere la sede in cui seguire il convegno - la partecipazione è gratuita - e alcuni giorni prima dell'evento darà la possibilità di scaricare in formato digitale la dispensa con le relazioni degli esperti e le slide.

Chi si iscrive, inoltre, potrà consultare gratis fino al giorno dell'evento il Quotidiano del fisco, il giornale digitale di approfondimento in materia tributaria del Sole 24 Ore.

Sempre da oggi è possibile acquistare la visione di Telefisco in streaming via internet a 16,99 euro, che permetterà di ottenere sette crediti formativi agli iscritti all'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili (previo superamento del test finale). La partecipazione a Telefisco in sala, invece, garantirà i crediti formativi secondo le modalità stabilite dagli Ordini territoriali. Nel frattempo, per gli Ordini, le società e le istituzioni interessate, è ancora possibile diventare partner dell'evento, attivando una sede.

Per informazioni ci si può rivolgere a:

• il sito dedicato all'evento www.ilsole 24 ore. com/telefisco

• il numero di telefono 02/34973204 per attivazione di una sede

• il numero di telefono 02/30300600 (tasto 4) per informazioni sull’evento online

• l’indirizzo e-mail telefisco@ilsole24ore.com

IL PROGRAMMA DI TELEFISCO 2017

Tra le questioni più importanti di Telefisco 2017 figura sicuramente la rottamazione dei ruoli affidati a Equitalia dal 2000 al 2016: un'opportunità per la quale è richiesta la domanda di adesione entro il prossimo 31 marzo. E, sempre in materia di procedure opzionali, c'è la seconda edizione della «voluntary disclosure», che questa volta intende ampliare il suo raggio d'azione a capitali e patrimoni detenuti in Italia (la cosiddetta voluntary domestica), pur continuando ad accogliere la regolarizzazione di importi e beni all'estero. Un percorso di emersione che diventa via via più stringente, man mano che vanno a regime gli accordi internazionali per lo scambio di informazioni.

Il nuovo anno presenta poi numerose novità anche per quanto riguarda il reddito d'impresa: si va dalla proroga dei superammortamenti, agli ammortamenti maggiorati per chi effettua investimenti in beni da Industria 4.0, fino alla ulteriore riapertura delle assegnazioni ai soci. Mentre per le piccole imprese il 2017 segnerà il debutto del regime di cassa per i soggetti in contabilità semplificata e dell'Iri, la flat tax al 24% per chi è in contabilità ordinaria.

I mesi a venire saranno il banco di prova delle semplificazioni e dei nuovi obblighi introdotte con il decreto legge fiscale. Qui l’attenzione dei partecipanti a Telefisco - è facile prevederlo - sarà massima, poiché nel pacchetto di interventi, oltre a importanti modifiche per il calendario di adempimenti di massa quali la certificazione unica o le dichiarazioni, figurano soprattutto le comunicazioni Iva relative ai dati delle fatture ricevute ed emesse e delle liquidazioni d'imposta.

© Riproduzione riservata